martedì 25 01 22
Pclove.it vendita on line di notebook, computer, pc all in one, laptop, pc nuovi on box ed usati grade A

HomeSportUn anno... sotto canestro: il 2021 della OMEPS Battipaglia

Un anno… sotto canestro: il 2021 della OMEPS Battipaglia

Dagli uomini alle donne: il bilancio di fine anno è dedicato questa volta alla OMEPS Battipaglia. Tante ombre e qualche spiraglio di luce per il club della Piana.

OMEPS Battipaglia, il bilancio del 2021

La OMEPS Battipaglia è al centro del nostro bilancio di fine anno sulle squadre di basket della provincia di Salerno.

6 vittorie in 30 gare, 5 allenatori in 12 mesi, l’incredibile fuga di Herlser e Melgoza in vista dei play-out, la discesa in A2 dopo 7 anni: il 2021 della società del presidente Rossini non si è granché discostato da quanto avvenuto nei due anni precedenti.

Le cause di questo declino hanno radici profonde: prima di tutto, i continui cambi di rotta hanno impedito di seguire una linea chiara sul piano tecnico. Al netto delle tante avversità, poi, la decisione di chiamare quattro allenatori diversi in soli cinque mesi ha destabilizzato non poco lo spogliatoio.

Come se non bastasse, la fuga notturna di Paulina Herlser e Amber Melgoza poco prima degli spareggi ha aggiunto un ulteriore tocco di grottesco alla stagione della PB63, terminata a testa bassa con l’addio alla A1 nel secondo turno dei play-out.

Incassato il no al ripescaggio in estate, Giancarlo Rossini ha comunque voluto voltare pagina, salutando le reduci dal campionato 2020-2021 (tra cui Bocchetti, Mattera e Opacic) per ripartire dalle ragazze del vivaio, guidate dal CT della Nazionale greca, Vasilis Maslarinos, alla prima avventura oltreconfine della sua carriera.

La OMEPS ha pagato a caro prezzo questa rivoluzione: l’ultimo posto nel girone Sud della A2 è forse una punizione troppo severa per un gruppo che ha più volte dimostrato di avere un buon bagaglio tecnico. Tuttavia, l’assenza di un centro di livello (compensata dall’arrivo di Gerostergiou) e qualche passaggio a vuoto di troppo nei finali di partita hanno impedito a Battipaglia di occupare una posizione meno precaria.

Il 2022 sarà l’anno del rilancio? Per intanto, le giovani promettono bene

Ad ogni modo, la mano di Maslarinos si è vista una settimana fa contro la Cestistica Spezzina, sconfitta dopo una splendida rimonta negli ultimi 3′. Tutto questo per dire che – peccati di gioventù a parte – le arancioblù potranno senz’altro risalire la corrente, purché riescano a trovare quella continuità che è spesso mancata nel recente passato.

In un anno così difficile, però, Battipaglia ha comunque centrato un bel traguardo: la Coppa italiana Under-20 è un premio all’ottimo lavoro svolto dai tecnici delle giovanili e certifica le grandi qualità di atlete come Dione, Logoh e Seka.

D’altra parte, è indubbio che questi risultati dovranno essere ripetuti anche al piano di sopra. A tal proposito, il girone di ritorno darà risposte perentorie.


Potresti essere interessato a:

Carmine Marino
Nato a Battipaglia nel 1986, dal 2004 si è occupato di cronaca, attualità, cultura e sport per «Il settimanale Unico» e «Il Quotidiano della Basilicata». Telecronista di calcio, basket, calcio a cinque e pallavolo per 105 Tv, Kosmos Tv e Italia2, dal 2016 è speaker di manifestazioni sportive amatoriali di ciclismo e atletica. Attualmente collabora con «Il Quotidiano del Sud - L'altravoce dei ventenni», ventiblog.com e Salerno Sport 24. Insegnante di italiano e storia nelle scuole superiori, ha pubblicato saggi e recensioni su riviste di storia contemporanea.
- Advertisment -SInfissi a Salerno con lo sconto del 50% ecobonus e se acquisti anche le porte Finmaster offre uno sconto del 50%

Soluzio di Agos Ducato agenzia di Salerno, prestiti personali, cessione del quinto

Grill House Salerno - braceria e birreria a Salerno consegna a domicilio

Kynetic realizzazione siti web a Salerno

Notizie popolari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: