lunedì 26 09 22
HomeFrontpageNapoli-Salernitana: tutto quel che c'è da sapere sul match del "Maradona"

Napoli-Salernitana: tutto quel che c’è da sapere sul match del “Maradona”

- Advertisment -spot_img

Spettacolo per pochi allo stadio “Maradona” in NapoliSalernitana a causa delle nuove disposizioni anti-CoViD-19. Il club granata ha potuto confermare la disputa del match appena 24 ore prima.

Napoli-Salernitana: il racconto del match

È ancora emergenza in casa granata in questa 23ª giornata del campionato di Serie A 2021-2022. Il nuovo protocollo della Lega A impone alla Salernitana di scendere in campo nonostante sei calciatori granata siano bloccati dal COVID-19, con anche Ribéry lasciato a riposto, primo dell’idoneità fisica. Gli unici volti nuovi tra le file di Colantuono sono quelli di Iervolino, giunto dall’Imolese, e Guida dal settore giovanile. Tra i compagni della Primavera anche Perrone, Russo e Motoc. Spalletti dal canto suo ha Insigne e Osimhen in panchina.

Un pomeriggio da incubo per Colantuono e i suoi che si presentano al “Maradona” quindi con una formazione largamente rimaneggiata e senza i suoi uomini migliori. Il risultato del campo, non solo rispecchia il maggior tasso tecnico dei padroni di casa, ma anche una sconfitta annunciata dalle indisponibilità della Salernitana che, con onore, riesce quanto meno a salvare la faccia con la rete di Bonazzoli che riequilibra il match per pochi minuti.

Peccato per i granata che non avevano iniziato male il match nonostante la gran pressione degli azzurri, trovando un Belec in giornata di grazia. Senza il portiere sloveno, infatti, il passivo sarebbe stato anche peggiore.

PRIMO TEMPO

La prima palla è per la Salernitana che però lascia subito il campo al Napoli che sfiora il gol in un paio di occasioni dove trova attento Belec che smanaccia in angolo.

GOL DEL NAPOLI!

Al 16′ i partenopei trovano la via del gol Jesus La rete è in un primo momento annullata per posizione di fuorigioco, poi il VAR convalida il gol, 1-0.

Al 22′ il Napoli va ancora vicino al gol, questa volta con Lozano che arriva tardi sul cross di Zielinski. È un monologo azzurro, con la Salernitana tutta dietro la linea della palla.

GOL DELLA SALERNITANA!

La Salernitana è tutta raccolta dietro ma alla terza uscita dalla linea di centrocampo trova il gol: Kechrida scende bene sulla fascia destra, mette in mezzo per Bonazzoli che la mette dentro di destro, 1-1. Siamo al 33′.

Il Napoli riprende a premere e ancora vicino al gol, questa volta con Lobotka, palla sotto il sette, ma Belec risponde sfiorando la palla che finisce in calcio d’angolo. Nel frattempo Colantuono deve mandare in campo Jaroszynski al posto di Schiavone infortunatosi.

GOL DEL NAPOLI!

Quando sembra che non ci sia più tempo, nel corso dei quattro minuti di recupero, Elmas si porta dietro la difesa granata e Veseli lo stende. Dal dischetto Mertens spiazza Belec e firma il 2-1 degli azzurri.

SECONDO TEMPO

La ripresa inizia così come era finito il primo tempo, ovvero con il Napoli in attacco che guadagna subito un calcio d’angolo.

GOL DEL NAPOLI!

La rete di Rrahmani, al 47′, nasce da un’azione insistita, sulla quale poi il difensore a trovare il giusto impatto con la palla. Belec è battuto per la quarta volta, 3-1.

GOL DEL NAPOLI!

Il pomeriggio da incubo della Salernitana non è ancora finito. Pairetto vede un fallo di mano in area di Veseli, il difensore già ammonito, è espulso. Sul dischetto questa volta vai il neo entrato Insigne che trasforma il penalty, 4-1.

Il Napoli continua a mantenere il pallino del gioco e a cercare la via del gol, mentre i granata, ridotti in dieci e senza cambi degni di nota, non riescono a superare la metà campo. Da questo punto in poi, la gara si trasforma a qualcosa di più di un allenamento di metà settimana in cui l’ultimo ad arrendersi è Vid Belec il quale chiude la porta ad almeno altre tre occasioni del Napoli prima della fine della gara. Nel frattempo sugli spalti del “Maradona”, poco elegantemente, i tifosi azzurri annunciano la retrocessione della Salernitana.

Il tabellino del match

Napoli (4-2-3-1): Meret; Jesus, Mario Rui (76′ Ghoulam), Elmas, Fabian (64′ Politano), Lozano (46′ Insigne), Rrahmani, Mertens (64′ Osimhen), Zielinski, Di Lorenzo (76′ Zanoli), Lobotka. A disp.: Marfella, Ospina, Malcuit, Tuanzebe, Demme, Osimhen, Politano, Insigne, Ghoulam, Petagna, Zanoli. All.: L. Spalletti.

Salernitana (4-4-2): Belec; Veseli, Delli Carri, Schiavone (36′ Jaroszynski), Bonazzoli (79′ Simy), Di Tacchio, Obi, Kechrida, Bogdan, Gagliolo, Vergani (62′ Al. Russo). A disp.: Russo An., Guerrieri, Jaroszynski, Simy, Cannavale, Motoc, Russo Al., Perrone, Iervolino, Guida. All.: S. Colantuono.

Marcatori: 16′ Jesus, 33′ Bonazzoli, 49′ pt Mertens (rig.), 47′ Rrahmani, 53′ Insigne (rig.)
Corner: 10-0
Ammoniti: 23′ Delli Carri, 30′ Obi, 48′ Veseli
Espulsi: 51′ Veseli

Arbitro: Luca Pairetto di Nichelino
Assistenti: Salvatore Longo (sez. Paola) – Matteo Bottegoni (sez. Terni)
IV uomo: Francesco Cosso (sez. Reggio Calabria)
VAR: Luca Banti (sez. Livorno)
AVAR: Giovanni Baccini (sez. Conegliano)

I numeri del match

81 19

Possesso palla

18 1

Tiri 

11 13

Falli

- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

Notizie popolari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: