lunedì 20 06 22
incrementa i profili social con follower instagram facebook tiktok italiani

HomeCalcioMaria Rita Pascale, Mediterranea Soccer: "Soddisfatta della stagione mia e della squadra"

Maria Rita Pascale, Mediterranea Soccer: “Soddisfatta della stagione mia e della squadra”

Tra le nuove squadre presenti nella Serie C femminile targata 2021-2022 si è fatta spazio la Vis Mediterranea Soccer del portiere Maria Rita Pascale.

Maria Rita Pascale: l’intervista al portiere della Vis M. S.

L’estremo difensore, classe ’95, è una delle calciatrici che ha seguito il tecnico Valentina De Risi dopo l’esperienza pluriennale con il Sant’Egidio. Il numero uno originario di Boscoreale in estate ha sposato cosi il progetto a tinte gialloblù, capitanato da Giulia Olivieri, del presidente Stefano Bisogno. La formazione di Siano ha raggiunto, dopo un torneo di tutto rispetto, una tranquilla salvezza nel girone C di Serie C, lontana dalla zona play-off.  Queste le parole rilasciate dallo stesso portiere, convocato ad ottobre anche per il primo storico raduno della Nazionale di beach soccer femminile, sulla stagione da poco conclusa.

Le parole del portiere delle gialloblù

In estate il passaggio da Sant’Egidio a Vis Mediterranea e a riguardo la Pascale ricorda:
Quando ci hanno detto che c’era la possibilità di una nuova società, quasi nessuno ci credeva. A Sant’Egidio eravamo a casa e soprattutto era solo frutto dei sacrifici di Valentina De Risi e Giulia Olivieri, che hanno sempre cercato di non farci mancare nulla, nonostante le difficoltà e il poco sostegno del mondo intorno.
Quindi, credere in qualcosa di meglio, era difficile. Ma posso affermare, alla fine della stagione, che abbiamo fatto la scelta giusta. Il presidente, la società e tutto lo staff sono sempre stati li a sostenerci, soprattutto nei momenti di difficoltà, ci hanno fatto sentire a casa e posso dire che alla fine abbiamo solo spostato la casa e allargato la famiglia”.

Una stagione positiva

Una stagione molto positiva terminata ad un passo dal sesto posto sulla quale il portiere sottolinea:
“Il primo obiettivo era sicuramente la salvezza, raggiunta con 7 giornate di anticipo, nonostante qualche voce intorno dicesse il contrario.
Il mio obiettivo personale era ovviamente quello di fare bene, ma soprattutto di aiutare la squadra a raggiungere la salvezza il prima possibile”.

Sul campionato da poco concluso la calciatrice di Boscoreale continua:
Posso dire che siamo abbastanza soddisfatte. La salvezza raggiunta con la vittoria per 3-0 nel derby con l’Independent ci ha ripagato di tutti i sacrifici e di tutto il lavoro fatto durante l’anno. Con il senno di poi, e guardando la classifica e i risultati, credo che avremmo potuto ottenere qualcosa in più, ma tutto sommato, vista anche l’età media della squadra, siamo più che felici del risultato raggiunto”.

Sul girone C di terza serie Maria Rita invece afferma:
“Ogni anno il livello del campionato si alza sempre di più, merito anche della visibilità e della crescita di tutto il movimento femminile.
Per la prima volta quest’anno ci sono stati i play-out, segno che ci avviciniamo sempre di più al format dei campionati maschili.
Anche la lotta in testa tra Chieti e Trani è stata molto avvincente. Siamo ancora lontane dal raggiungere i livelli dei gironi del nord, ma la strada è quella giusta”.

I ricordi della classe ’95

Il numero uno gialloblù resta soddisfatto anche della sua stagione:
“Credo di aver dato il mio contributo nel raggiungimento dell’obiettivo. Ci sono anche stati momenti di difficoltà, ma ho sempre avuto il sostegno e la fiducia in primis del mister e poi delle mie compagne e questo, soprattutto in un ruolo delicato come il mio, fa la differenza”.

Sul momento da ricordare del campionato la Pascale, poi, non ha dubbi
“Sicuramente il 3-0 nel derby contro l’Indipendient che ci ha permesso di salvarci. Credo sia stato il momento più bello di tutto il campionato. Oltre che la certezza che il lavoro alla fine ripaga sempre. E che finalmente, anche noi donne, possiamo iniziare a raccogliere ciò che meritiamo”.

La chiusura è sul futuro della classe ’95:
“Resterò ancora qui sicuramente. È la mia casa, la mia famiglia e sento che ho ancora tanto da dare qui. E magari chissà, nei prossimi anni, sognare anche un salto di categoria.
Mai dire mai”.


Potrebbero interessarti anche:

Christian Vitale
Christian Vitalehttps://www.salernosport24.com/author/christian/
Christian Vitale è un giornalista pubblicista che collabora con la Redazione di SalernoSport24 dal dicembre 2019
- Advertisment -Soluzio di Agos Ducato agenzia di Salerno, prestiti personali, cessione del quinto

Notizie popolari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: