lunedì 26 02 24
spot_img
HomeSalernitanaLotta al match fixing, la Lega B rilancia la proposta di legge...
spot_img

Lotta al match fixing, la Lega B rilancia la proposta di legge per pene più severe

spot_imgspot_img

Previsione della confisca dei beni nei confronti dei soggetti colpevoli del reato di frode sportiva e inserimento del reato, così come quello della raccolta illecita di scommesse sportive, nel perimetro che disciplina la responsabilità delle persone giuridiche in favore delle quali vengano commessi reati. A rilanciare la richiesta di una modifica di legge contro il match fixing, all’interno del meeting internazionale sui Sistemi di segnalazione protetta in corso a Roma in questi giorni, organizzato dall’Ufficio per lo Sport della presidenza del Consiglio dei Ministri, è stata la Lega B con il direttore generale Paolo Bedin e il penalista dell’associazione Guido Camera.

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
- Advertisment -spot_imgspot_img

Notizie popolari

spot_img

Lotta al match fixing, la Lega B rilancia la proposta di legge per pene più severe

spot_imgspot_img

Previsione della confisca dei beni nei confronti dei soggetti colpevoli del reato di frode sportiva e inserimento del reato, così come quello della raccolta illecita di scommesse sportive, nel perimetro che disciplina la responsabilità delle persone giuridiche in favore delle quali vengano commessi reati. A rilanciare la richiesta di una modifica di legge contro il match fixing, all’interno del meeting internazionale sui Sistemi di segnalazione protetta in corso a Roma in questi giorni, organizzato dall’Ufficio per lo Sport della presidenza del Consiglio dei Ministri, è stata la Lega B con il direttore generale Paolo Bedin e il penalista dell’associazione Guido Camera.

spot_img
- Advertisment -spot_imgspot_img

Notizie popolari

Lotta al match fixing, la Lega B rilancia la proposta di legge per pene più severe

spot_img

Previsione della confisca dei beni nei confronti dei soggetti colpevoli del reato di frode sportiva e inserimento del reato, così come quello della raccolta illecita di scommesse sportive, nel perimetro che disciplina la responsabilità delle persone giuridiche in favore delle quali vengano commessi reati. A rilanciare la richiesta di una modifica di legge contro il match fixing, all’interno del meeting internazionale sui Sistemi di segnalazione protetta in corso a Roma in questi giorni, organizzato dall’Ufficio per lo Sport della presidenza del Consiglio dei Ministri, è stata la Lega B con il direttore generale Paolo Bedin e il penalista dell’associazione Guido Camera.

spot_img

Notizie popolari