sabato 18 05 24
spot_img
HomeCalcioTUTTO VERO! L'Italia è per la seconda volta Campione d'Europa
spot_img

TUTTO VERO! L’Italia è per la seconda volta Campione d’Europa

spot_img
spot_img

L’Italia per la seconda volta è Campione d’Europa, battuta l’Inghilterra ai calci di rigore.

Italia: Gigio Donnarumma mattatore assoluto

Ci meritiamo una “Notte Magica” dopo tutto quello che l’Italia calcistica e non ha passato in questi anni. Il 13 novembre 2017, in quel di San Siro per la prima volta dopo 60 anni la Nazionale non si qualifica per una fase finale di un Mondiale; una catastrofe visto il palmares e la fama dell’Italia.

Ieri, 11 luglio 2021 si è scritta la storia. Non solo perchè era una semplice partita di calcio, era molto di più. Venivamo da un anno e mezzo tragico visto il COVID-19, abbiamo cantato l’inno sui balconi, abbiamo sofferto e lottato contro un demone invisibile. Si dice che il calcio è solo un gioco ma non è così.

«Grazie Signore che ci hai dato il calcio, che ci fa abbracciare, che ci fa sognare». Queste le parole di Fabio Caressa, dopo il rigore parato da Gigio Donnarumma a Saka.

Per quanto riguarda la cronaca, gli azzurri ieri hanno vinto il secondo campionato Europeo, ultimo dato 1968 dopo aver battuto ai calci di rigore l’Inghilterra per 3-2. Terminata 1-1 ai tempi regolamentari, gol di Shaw per gli inglesi, per l’Italia, invece, gol di Leo Bonucci mattatore del match.

Sono diventati campioni d’Europa, tanti calciatori che hanno militato in Serie C negli anni scorsi: Sirigu, Chiellini, Di Lorenzo, Acerbi, Verratti, Jorginho, Pessina, Belotti e Insigne.

Se Sirigu è stato più uomo spogliatoio, gli altri hanno dato un contributo incredibile.

Chiellini dopo l’infortunio con la Svizzera si è caricato la squadra sulle spalle e con Leo Bonucci ha dominato giocatori dal calibro di Lukaku e Kane. Di Lorenzo ha sostituito degnamente Florenzi; stesso discorso per Acerbi che ha sostituito alla grande Chiellini.

Jorginho, invece, per due volte consecutive ha messo a dura prova le coronarie degli italiani. Campione d’Europa con il Chelsea e con l’Italia, non male per un ragazzo che ha calcato tanti stadi della Serie C. Da ricordare la sua presenza nella gara persa con la Nocerina 3-1 nel 2012 con il Verona.

Nonostante l’infortunio Marco Verratti dal suo ritorno con il Galles ha preso le redini del centrocampo sfornando prestazioni assurde.

Discorso a parte per Matteo Pessina, il numero 27. L’attuale calciatore dell’Atalanta non era nemmeno tra i primi 26 convocati, ha sostituito degnamente Sensi e ha giocato un Europeo da favola segnando anche due reti decisive con Galles e Austria. Il gallo Belotti, invece, non ha avuto un ruolo da protagonista ma quando serviva il suo apporto ha sempre risposto presente.

Infine Lorenzo Insigne. Il ragazzo di Frattamaggiore è campione d’Europa, protagonista assoluto del torneo. Dal debutto con la Cavese alla vittoria a Wembley, non male. In mezzo la fantastica rete con il Belgio con il suo marchio di fabbrica ” O tir a gir”.

È la notte magica anche di Fausto Salsano, nativo di Cava de’ Tirreni, collaboratore di mister Roberto Mancini. È la notte anche Massimo Battara, ex portiere della Salernitana negli anni 90.

Magari saremo troppo di parte, ma oggi permetterci uno strappo alla regola. Perché oggi è più bello essere italiani. It’s coming R(h)ome.


Potrebbe interessarti anche:

spot_img
spot_img
spot_img
Ugo D'Amico
Ugo D'Amico
Classe 1996, giornalista pubblicista dal 2022 e prossimo alla laurea in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali. Nato praticamente con una palla tra i piedi, ma vista la scarsa qualità il sogno ora è di raccontare le mille emozioni che regala quel magico prato verde. Sono cresciuto seguendo le gesta di: Del Piero, Buffon, Ronaldo, Messi e tanti altri. Appassionato di calcio locale, passione che permette di capire a 360° le innumerevoli sfaccettature che sono presenti in questo fantastico mondo.

Notizie popolari