venerdì 24 05 24
spot_img
HomeSportHOCKEY SU PISTACampolongo Salerno salva nonostante la sconfitta con Giovinazzo
spot_img

Campolongo Salerno salva nonostante la sconfitta con Giovinazzo

spot_img
spot_img

Terzultimo turno della stagione nella Serie A2 di hockey pista. Le due vittorie consecutive contro Forte dei Marmi e Sarzana hanno avvicinato la Campolongo Salerno alla salvezza.

La 16ª giornata della Serie A2 di hockey pista

7ª giornata di ritorno nella Serie A2 di hockey pista.

Una sconfitta indolore: la Campolongo Salerno – battuta in casa dalla capolista Indeco Giovinazzo – si guadagna la riconferma in A2 con due turni d’anticipo grazie al concomitante pari tra Hobbystore Grosseto e Rotellistica Camaiore.

Il KO interno con i pugliesi è maturato in fondo a 50′ di rara intensità, in cui non sono mancati i momenti di tensione – culminati nell’espulsione simultanea dei due allenatori, Massimo Giudice e Franco Marzella – e le giocate di qualità da una parte e dall’altra. In ogni caso, i granata possono rammaricarsi per le tante occasioni perdute nel corso del primo tempo, in cui hanno dilapidato due punizioni dirette e un rigore.

In contumacia dello squalificato Fontan Alfani, la Roller si affida all’estro di Giuseppe Giudice per infastidire il portiere biancoverde D’Angelico. Al capitano replica Dilillo: il suo tiro, deviato proprio dal maggiore dei fratelli Giudice, impegna Marrazzo. Il portiere granata si ripete poco più avanti, quando sbarra la strada prima a Santeramo, poi a Dilillo.

Le insidie dei primi minuti di gioco non scoraggiano la Campolongo, che ci riprova con Giuseppe Giudice: il numero 1 pugliese risponde presente. Anche il suo collega Marrazzo si mette in mostra in due occasioni: salvataggio d’istinto su un alza e schiaccia dell’argentino Mura Correa, poi una respinta con il casco su una sventola di Colamaria.

L’arrembaggio della Indeco – seguita al PalaTulimieri da quasi 100 tifosi – è premiato dal gol del vantaggio al 6′: Santeramo spreca sotto porta ma raccoglie la pallina e apre per Mura Correa, che fredda Marrazzo con una botta secca dalla distanza.

Un minuto più tardi, la Campolongo ha la prima chance per pareggiare: l’arbitro Hyde assegna un rigore per blocco irregolare di Colamaria ai danni di Daniele Esposito. Tuttavia, D’Angelico si oppone con il gambale al tiro di Giuseppe Giudice.

Scampato il pericolo, Giovinazzo può raddoppiare al minuto 8: Sabetta punito con il cartellino blu per una spinta a Santeramo, che si incarica anche di battere la punizione diretta, senza tuttavia sorprendere Melillo, appena subentrato a Juanito Marrazzo.

La giostra delle occasioni continua a girare anche nella metà campo ospite: Mezzina spende fallo da cartellino blu su Giuseppe Giudice, Esposito si incarica di battere la punizione diretta, ma il portiere barese gli nega il gol per due volte. La stessa scena si ripete anche al quarto d’ora: Mura Correa ferma irregolarmente Giorgio Giudice, altro penalty respinto brillantemente dall’intoccabile D’Angelico.

Schivata l’onda granata, la capolista ci riprova con Mezzina e Turturro: bene Melillo in entrambe le occasioni. La Campolongo alleggerisce la pressione con una bordata di Giuseppe Giudice prima di fronteggiare un’altra serie di attacchi degli avversari: a turno si rendono pericolosi Mezzina, Mura Correa e Colamaria, a cui Melillo si oppone senza tentennamenti.

I salernitani ci provano in maniera più convinta con Esposito e Giuseppe Giudice, ma le minacce più concrete arrivano sempre dalle parti di Melillo, che salva per due volte sul goleador sudamericano della Indeco. Al terzo tentativo, però, arriva la rete dello 0-2: Mura Correa raccoglie la pallina a metà pista prima di scaricare un diagonale imprendibile per il vice di Marrazzo.

Un’occasione per parte in vista di metà gara: un tiro da lontano di Sabetta respinto dal portiere barese e un’altra stoccata di Mura Correa, ben controllata da Melillo.

Al rientro in pista, le due squadre viaggiano a ritmi comprensibilmente meno sostenuti. In ogni caso, il quintetto del capoluogo prova a scaldare l’atmosfera con un paio di tiri scoccati da Gianmarco Durante: D’Angelico ancora sul pezzo. La sua performance si arricchisce di altre due parate in rapida sequenza su una conclusione da lontano di Sabetta e su una battuta da pochi passi del già citato Durante.

La Indeco rompe il silenzio con una combinazione Colamaria-Santeramo e un tentativo sotto porta di Mura Correa: Melillo è reattivo. Campolongo a viso aperto nonostante il doppio svantaggio: ci provano Giuseppe Giudice ed Esposito in accelerazione, D’Angelico risponde all’appello.

Giovinazzo aumenta l’andatura per avvicinarsi alla vittoria: Mura Correa sollecita l’intervento di Melillo a due passi dalla porta, Mezzina e Colamaria tolgono ancora il sonno al secondo portiere granata. Che non può nulla al 14′ sul contropiede avviato da Santeramo e chiuso ancora dal cannoniere argentino con una conclusione morbida: 0-3 e verdetto in archivio.

Ciononostante, la Campolongo insiste per racimolare qualche briciola di gloria: un’azione personale di Giuseppe Giudice smorzata dal portiere biancoverde, poi una sortita del fratello Giorgio, che si procura un rigore per un contatto in piena area. Tocca al capitano andare al tiro: D’Angelico battuto, 1-3 al 18′.

Finale di gara ancora movimentato: la Roller cerca il 2-3 con Giuseppe Giudice ed Esposito, Indeco pericolosa con De Palma, Mezzina e Mura Correa, ma senza successo. A fine gara, è festa per tutti.


Potrebbe interessarti anche:


Le altre partite e la classifica

Serie A2 – Girone B, 15ª giornata 
06.05.23 17:00 Hobbystore Grosseto 1-1 Rotellistica Camaiore
06.05.23 19:30 Campolongo Salerno 1-3 Indeco Giovinazzo
07.05.23 18:00 ACEA Follonica 2-4 HC Castiglione
07.05.23 18:00 SGS Forte dei Marmi 4-4 Gamma Innovation Sarzana
07.05.23 19:30 Decom Matera 3-4 Farmaè Viareggio

Classifica 
#   Pt G V N P
1 Indeco Giovinazzo 42 16 13 3 0
2 HC Castiglione 36 16 12 1 3
3 Farmaè Viareggio 31 16 9 4 3
4 Gamma Innovation Sarzana 21 16 6 3 7
5 Rotellistica Camaiore 21 16 5 6 5
6 SGS Forte dei Marmi 20 16 6 2 8
7 Decom Matera 16 16 5 1 10
8 Campolongo Salerno 16 16 5 1 10
9 ACEA Follonica 13 16 3 4 9
10 Hobbystore Grosseto 9 16 1 6 9
spot_img
spot_img
spot_img
Carmine Marino
Carmine Marino
Nato a Battipaglia nel 1986, dal 2004 si è occupato di cronaca, attualità, cultura e sport per «Il settimanale Unico» e «Il Quotidiano della Basilicata». Telecronista di calcio, basket, calcio a cinque e pallavolo per alcune televisioni locali del Basso Salernitano, dal 2016 è speaker di manifestazioni sportive amatoriali di atletica e ciclismo, per le quali cura anche le attività di ufficio stampa. Già collaboratore fisso del «Il Quotidiano del Sud - L'altravoce dei ventenni» e di ventiblog.com, attualmente è caporedattore di SalernoSport24 per gli sport di squadra e le discipline olimpiche. Dal 4 dicembre 2023, è iscritto all'albo dei giornalisti pubblicisti della Campania. Insegnante di italiano e storia nelle scuole superiori, ha pubblicato saggi e recensioni in volumi collettanei e su riviste di storia contemporanea. Dalla primavera del 2023 è socio della Società italiana di storia dello sport.

Notizie popolari