mercoledì 28 09 22
HomeSalernitanaGrassadonia: "Con la Salernitana è la mia partita, è la squadra della...

Grassadonia: “Con la Salernitana è la mia partita, è la squadra della mia città”

- Advertisment -spot_img

Alla vigilia di Pro Vercelli – Salernitana, parla il tecnico Grassadonia, analizzando l’ultima sfida col Brescia e la prossima sfida coi granata. “Punto di partenza e di ritrovo per convinzione e sicurezza. Lo spirito era quello giusto. La partita con la Salernitana è la mia partita, è la squadra della mia città. Noi abbiamo bisogno di fare punti e muovere la classifica anche se loro sono una buona squadra. Devo valutare molti giocatori, alcuni hanno fatto un lavoro differenziato. Adesso tutto in alto mare, domani mattina si vedrà. Chi non giocava da tempo ha accusato un pochino di fatica, alcuni devono ancora recuperare al meglio. Raicevic a Brescia  è stato fuori per scelta tecnica, avevo bisogno di altre qualità. Ripeto, ho ancora dubbi per domani, devo valutare le condizioni di tutti: Vives, Mammarella, Morra e Castiglia giusto per fare un esempio. Per quanto riguarda il modulo ci siamo resi conto che bisognava cambiare, già dalla Cremonese avevamo avuto qualche avviso. Non ci trovavamo bene, ora ho visto risultati migliori. Siamo più compatti e attenti, anche se l’attenzione non è mai cambiata. Una volta che saremo tutti troveremo qualche risulato positivo e sarà meglio per tutti. Questo modulo (3-5-2) l’ho usato Messina e ho vinto un campionato. Con la Pro volevo riproporlo, i numeri però non sono stati generosi ed era giusto cambiatre, come a Brescia. Bisogna lavorare come a Brescia, sono ottime basi da cui partire. Dovessi decidere in assenza di infortuni vorrei il 4-3-2-1. Voglio gente con energia. Bifulco e Armando sono pronti per giocare dall’inizio, ringrazio il direttore. Mi aspetto una gara maschia e combattuta. Aspetto grandi motivazioni da entrambe le parti. Voglio centrare il risultato per maggiore serenità. Ho parlato prima con lo staff e dopo con i calciatori sul cambio del modulo, ora siamo più compatti. Ringrazio i calciatori per la disponibilità e per la risposta. Purtroppo è mancato solo il gol, il secondo tempo è stato condizionato da errori però a me è piaciuta. Diventeremo più pericolosi. Probabilmente il nuovo modulo ci ha dato più riferimenti e non ci ha fatto essere piatti. Bergamelli è stato fondamentale per questo”.

- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

Notizie popolari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: