domenica 03 03 24
spot_img
HomeSalernitanaFocus modulo: l'importanza delle fasce laterali, tra sorprese ed esuberi
spot_img

Focus modulo: l’importanza delle fasce laterali, tra sorprese ed esuberi

spot_imgspot_img

Focus modulo: l’importanza delle fasce laterali, tra sorprese ed esuberi

L’importanzadi qualsiasi modulo tattico è la disposizione in campo. Non si possono inventare ruoli o piazzare giocatori poco attitudinali alla manovra. Bollini ha fatto del suo 3-5-2 ora a Salerno una garanzia, nel bene o nel male ma anche nel pareggio. La rosa della Salernitana attualmente permette e non poco l’arma in più di questo schema, ovvero, le spinte sulle catene laterali con sovrapposizioni centrali. Partiamo dalla difesa dove la sicurezza è rappresentata da Luigi Vitale capace di schierarsi in tutti i ruoli di fascia sinistra, dal difensore all’ala. C’è pure Patrick Asmah, che ancora deve dare il proprio contribuito, capace di giocare sia come terzino che come centrocampista a sinistra ma in caso di emergenza (come visto nella primavera dell’Atalanta che detiene il suo cartellino) può essere schierato anche come mediano. Il nuovo arrivato Stefan Popescu è capace di giocare anche come difensore centrale oltre che come difensore e centrocampista di sinistra. Cambiando fascia troviamo Raffaele Pucino, giocatore duttile che nel modulo “bolliniano” trova spazio anche come difensore centrale oltre al suo naturale ruolo di terzino e centrocampista di destra. Stessi ruoli anche per Gabriele Perico, giocatore che quest’anno sta avendo qualche problema fisico. Passiamo a centrocampo dove la sorpresa prende il nome di Sofiane Kiyine: il belga-marocchino nella primavera del Chievo giocava come centrale di centrocampo ma vista la sua agilità palla al piede il tecnico granata ha pensato bene di spostarlo sulla fascia, alternandolo sia a destra che a sinistra. Passiamo a Mattia Sprocati, uno degli idoli della Curva Sud, che con le sue sgroppate destra e sinistra si sta rivelando l’arma in più della fase offensiva; cosi come Leonardo Gatto, giocatore dotato di straordinaria corsa e tenacia. C’è poi chi sta rendendo poco come Antonio Zito e Alessandro Rosina, finiti un pò ai margini del modulo. Il primo ha abbandonato da tempo i ruoli difensivi spostandosi più nella metà campo; il secondo è stato schierato praticamente dovunque, dalla seconda punta all’ala destra, dalla centrocampista di fascia destra al trequartista. Poco possiamo dire dei vari Emanuele Cicerelli, Francesco Orlando e Sofiane Ahmed-Kadi. Il primo ha fatto vedere sprazzi di gioco contro Ascoli e Avellino giocando da ala sinistra; il secondo è infortunato dal precampionato che ha disputato stupendo tutti mentre per il francoalgerino una sola presenza con la formazione Primavera condita anche da una espulsione. Conludiamo questo report con i restanti Alex e Nunzio Di Roberto. Il portoghese sta dimostrando miglioramenti quando schierato sulla sua fascia (sinistra) cosi come per il napoletano sulla fascia destra capace di spinta e cross.

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
- Advertisment -spot_imgspot_img

Notizie popolari

spot_img

Focus modulo: l’importanza delle fasce laterali, tra sorprese ed esuberi

spot_imgspot_img

Focus modulo: l’importanza delle fasce laterali, tra sorprese ed esuberi

L’importanzadi qualsiasi modulo tattico è la disposizione in campo. Non si possono inventare ruoli o piazzare giocatori poco attitudinali alla manovra. Bollini ha fatto del suo 3-5-2 ora a Salerno una garanzia, nel bene o nel male ma anche nel pareggio. La rosa della Salernitana attualmente permette e non poco l’arma in più di questo schema, ovvero, le spinte sulle catene laterali con sovrapposizioni centrali. Partiamo dalla difesa dove la sicurezza è rappresentata da Luigi Vitale capace di schierarsi in tutti i ruoli di fascia sinistra, dal difensore all’ala. C’è pure Patrick Asmah, che ancora deve dare il proprio contribuito, capace di giocare sia come terzino che come centrocampista a sinistra ma in caso di emergenza (come visto nella primavera dell’Atalanta che detiene il suo cartellino) può essere schierato anche come mediano. Il nuovo arrivato Stefan Popescu è capace di giocare anche come difensore centrale oltre che come difensore e centrocampista di sinistra. Cambiando fascia troviamo Raffaele Pucino, giocatore duttile che nel modulo “bolliniano” trova spazio anche come difensore centrale oltre al suo naturale ruolo di terzino e centrocampista di destra. Stessi ruoli anche per Gabriele Perico, giocatore che quest’anno sta avendo qualche problema fisico. Passiamo a centrocampo dove la sorpresa prende il nome di Sofiane Kiyine: il belga-marocchino nella primavera del Chievo giocava come centrale di centrocampo ma vista la sua agilità palla al piede il tecnico granata ha pensato bene di spostarlo sulla fascia, alternandolo sia a destra che a sinistra. Passiamo a Mattia Sprocati, uno degli idoli della Curva Sud, che con le sue sgroppate destra e sinistra si sta rivelando l’arma in più della fase offensiva; cosi come Leonardo Gatto, giocatore dotato di straordinaria corsa e tenacia. C’è poi chi sta rendendo poco come Antonio Zito e Alessandro Rosina, finiti un pò ai margini del modulo. Il primo ha abbandonato da tempo i ruoli difensivi spostandosi più nella metà campo; il secondo è stato schierato praticamente dovunque, dalla seconda punta all’ala destra, dalla centrocampista di fascia destra al trequartista. Poco possiamo dire dei vari Emanuele Cicerelli, Francesco Orlando e Sofiane Ahmed-Kadi. Il primo ha fatto vedere sprazzi di gioco contro Ascoli e Avellino giocando da ala sinistra; il secondo è infortunato dal precampionato che ha disputato stupendo tutti mentre per il francoalgerino una sola presenza con la formazione Primavera condita anche da una espulsione. Conludiamo questo report con i restanti Alex e Nunzio Di Roberto. Il portoghese sta dimostrando miglioramenti quando schierato sulla sua fascia (sinistra) cosi come per il napoletano sulla fascia destra capace di spinta e cross.

spot_img
- Advertisment -spot_imgspot_img

Notizie popolari

Focus modulo: l’importanza delle fasce laterali, tra sorprese ed esuberi

spot_img

Focus modulo: l’importanza delle fasce laterali, tra sorprese ed esuberi

L’importanzadi qualsiasi modulo tattico è la disposizione in campo. Non si possono inventare ruoli o piazzare giocatori poco attitudinali alla manovra. Bollini ha fatto del suo 3-5-2 ora a Salerno una garanzia, nel bene o nel male ma anche nel pareggio. La rosa della Salernitana attualmente permette e non poco l’arma in più di questo schema, ovvero, le spinte sulle catene laterali con sovrapposizioni centrali. Partiamo dalla difesa dove la sicurezza è rappresentata da Luigi Vitale capace di schierarsi in tutti i ruoli di fascia sinistra, dal difensore all’ala. C’è pure Patrick Asmah, che ancora deve dare il proprio contribuito, capace di giocare sia come terzino che come centrocampista a sinistra ma in caso di emergenza (come visto nella primavera dell’Atalanta che detiene il suo cartellino) può essere schierato anche come mediano. Il nuovo arrivato Stefan Popescu è capace di giocare anche come difensore centrale oltre che come difensore e centrocampista di sinistra. Cambiando fascia troviamo Raffaele Pucino, giocatore duttile che nel modulo “bolliniano” trova spazio anche come difensore centrale oltre al suo naturale ruolo di terzino e centrocampista di destra. Stessi ruoli anche per Gabriele Perico, giocatore che quest’anno sta avendo qualche problema fisico. Passiamo a centrocampo dove la sorpresa prende il nome di Sofiane Kiyine: il belga-marocchino nella primavera del Chievo giocava come centrale di centrocampo ma vista la sua agilità palla al piede il tecnico granata ha pensato bene di spostarlo sulla fascia, alternandolo sia a destra che a sinistra. Passiamo a Mattia Sprocati, uno degli idoli della Curva Sud, che con le sue sgroppate destra e sinistra si sta rivelando l’arma in più della fase offensiva; cosi come Leonardo Gatto, giocatore dotato di straordinaria corsa e tenacia. C’è poi chi sta rendendo poco come Antonio Zito e Alessandro Rosina, finiti un pò ai margini del modulo. Il primo ha abbandonato da tempo i ruoli difensivi spostandosi più nella metà campo; il secondo è stato schierato praticamente dovunque, dalla seconda punta all’ala destra, dalla centrocampista di fascia destra al trequartista. Poco possiamo dire dei vari Emanuele Cicerelli, Francesco Orlando e Sofiane Ahmed-Kadi. Il primo ha fatto vedere sprazzi di gioco contro Ascoli e Avellino giocando da ala sinistra; il secondo è infortunato dal precampionato che ha disputato stupendo tutti mentre per il francoalgerino una sola presenza con la formazione Primavera condita anche da una espulsione. Conludiamo questo report con i restanti Alex e Nunzio Di Roberto. Il portoghese sta dimostrando miglioramenti quando schierato sulla sua fascia (sinistra) cosi come per il napoletano sulla fascia destra capace di spinta e cross.

spot_img

Notizie popolari