venerdì 01 03 24
spot_img
HomeFrontpagePippo Inzaghi saluta Salerno e i tifosi della Salernitana
spot_img

Pippo Inzaghi saluta Salerno e i tifosi della Salernitana

spot_imgspot_img

Il momento dei saluti è arrivato e Filippo Inzaghi usa il cliché di moda per salutare la piazza. Ci ha provato, in parte c’è riuscito, ma d’altra parte i numeri non sono dalla sua parte.

Filippo Inzaghi saluta Salerno

È durata esattamente quattro mesi la storia di Inzaghi alla Salernitana. 10 ottobre-11 febbraio, come se fosse scritto nei numeri, quelli che non lo hanno supportato. Una pioggia d’infortuni più i ‘mal di pancia’ di giocatori viziati ed epurati nel mercato di gennaio hanno fatto il resto. Belle prestazioni con Napoli, Juventus, Milan e Roma, punti persi che gridano vendetta, oltre alle uniche due vittorie del campionato, non sono bastate.

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
- Advertisment -spot_imgspot_img

Notizie popolari

spot_img

Pippo Inzaghi saluta Salerno e i tifosi della Salernitana

spot_imgspot_img

Il momento dei saluti è arrivato e Filippo Inzaghi usa il cliché di moda per salutare la piazza. Ci ha provato, in parte c’è riuscito, ma d’altra parte i numeri non sono dalla sua parte.

Filippo Inzaghi saluta Salerno

È durata esattamente quattro mesi la storia di Inzaghi alla Salernitana. 10 ottobre-11 febbraio, come se fosse scritto nei numeri, quelli che non lo hanno supportato. Una pioggia d’infortuni più i ‘mal di pancia’ di giocatori viziati ed epurati nel mercato di gennaio hanno fatto il resto. Belle prestazioni con Napoli, Juventus, Milan e Roma, punti persi che gridano vendetta, oltre alle uniche due vittorie del campionato, non sono bastate.

spot_img
- Advertisment -spot_imgspot_img

Notizie popolari

Pippo Inzaghi saluta Salerno e i tifosi della Salernitana

spot_img

Il momento dei saluti è arrivato e Filippo Inzaghi usa il cliché di moda per salutare la piazza. Ci ha provato, in parte c’è riuscito, ma d’altra parte i numeri non sono dalla sua parte.

Filippo Inzaghi saluta Salerno

È durata esattamente quattro mesi la storia di Inzaghi alla Salernitana. 10 ottobre-11 febbraio, come se fosse scritto nei numeri, quelli che non lo hanno supportato. Una pioggia d’infortuni più i ‘mal di pancia’ di giocatori viziati ed epurati nel mercato di gennaio hanno fatto il resto. Belle prestazioni con Napoli, Juventus, Milan e Roma, punti persi che gridano vendetta, oltre alle uniche due vittorie del campionato, non sono bastate.

spot_img

Notizie popolari