venerdì 14 06 24
spot_img
HomeFrontpageInzaghi: "Tocco di mano? Non voglio più lamentarmi, ma..."
spot_img

Inzaghi: “Tocco di mano? Non voglio più lamentarmi, ma…”

spot_img
spot_img

Nel post partita di Sassuolo-Salernitana, ha parlato Filippo Inzaghi, rilasciando alcune dichiarazioni sulla prestazione solo a tratti convincente dei suoi.

Filippo Inzaghi: “L’aria è cambiata”

«Sul 2-0 non puoi prendere un gol del genere, su un lancio lungo, se ti vuoi salvare. Dobbiamo avere più cattiveria. Nel secondo tempo l’apprensione è arrivata e le gambe non sono girate. Comunque, venire qui e giocarsela alla pari con una squadra così forte, però, non è da tutti: dobbiamo cercare di tornare al più presto alla vittoria».

«Ochoa nel secondo tempo è stato bravo, ma dobbiamo ripartire dal primo, che per noi è stato ottimo. Nel secondo, coi cambi, ho cercato  di non abbassarmi, però è andata così. Ma l’atteggiamento messo in campo stasera ci porterà presto alla vittoria».

«Sapevo che Candreva avrebbe dato tanto entrando: presto lo ritroveremo al meglio e ci aiuterà».

«La Salernitana non vince in trasferta da gennaio. Voglio vedere più cattiveria e voglia di non prender gol, però, penso che la prestazione non sia stata del tutto negativa. La vittoria ci libererebbe: speriamo arrivi con la Lazio».

«Quel tocco di mano era rigore. Non voglio più lamentarmi, ma se lo tocca è rigore. Probabilmente non hanno visto se l’ha toccato, perché li hanno dati sempre questi rigori. Girerà anche da questo punto di vista, ma non possiamo appellarci ad episodi del genere. Speriamo di vincere la prossima: io ci credo».

«Durante la sosta avrò otto giocatori via, e così fai fatica. Finora non abbiamo mai avuto una settimana intera col gruppo al completo per prepararci e la squadra ne avrebbe bisogno. Comunque sono arrivato da un mese e già da due settimane noto che l’aria è cambiata».

«Credo ciecamente nella squadra, ma deve migliorare molto. Non mi piace subentrare, perché manca il ritiro: chi darà tutto giocherà, chi tirerà dietro la gamba non avrà spazio con me».

«Il Milan ha fatto una grande partita per qualificarsi, mentre Simone (Inzaghi, ndr.) si è confermato uno dei migliori allenatori in Europa. Sarebbe stato bello finire la settimana con una nostra vittoria».


Potrebbe interessarti anche:

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Notizie popolari