mercoledì 24 07 24
spot_img
HomeFrontpageIl 'black-out' dà una speranza alla Feldi: il derby salernitano è sospeso
spot_img

Il ‘black-out’ dà una speranza alla Feldi: il derby salernitano è sospeso

spot_img
spot_img

Verdetto finale rimandato tra Sporting Sala Consilina e Feldi Eboli: il derby salernitano è stato sospeso per via di un black-out a 1’25” dal termine. La ripresa della gara verrà definita prossimamente.

Sporting Sala Consilina-Feldi Eboli: to be continued

Tutto da decidere tra le due squadre che si sono affrontate quest’oggi nella cornice del “Centro Sportivo Meridionale” di San Rufo. Una grande partita disputata dal Sala Consilina, merito soprattutto della solidità tra i pali del portiere Fiuza; poco incisivi gli uomini di Samperi che, dopo essersi trovati sotto di tre reti, sono sembrati incapaci di reagire.

Il gol di Venancio e il black-out, con gli ultimi 85” da giocare, tengono ancora in piedi le volpi moribonde, ma ancora vive.


Potrebbe interessarti anche:


Fiuza insuperabile, lo Sporting sblocca il derby

Atmosfera infuocata al “Centro Sportivo Meridionale” di San Rufo. I padroni di casa provano subito a sbloccarla con Brunelli: pronta la risposta di Montefalcone. Rientro tra le file degli ospiti per Caponigro, oggi capitano della Feldi Eboli. Calderolli riesce a liberarsi girandosi su sé stesso e tenta la conclusione, così come Carioca qualche istante dopo: Fiuza continua a essere insuperabile come nella scorsa uscita stagionale. Brunelli sveglia i suoi su calcio da fermo: il suo violento tiro si stampa sul volto del portiere della Feldi e poi accarezza la parte alta della traversa.

Si rende pericoloso lo Sporting che passa con Volonnino che, di punta, punisce le volpi, portando così in vantaggio i draghi: si sblocca il derby salernitano. Le foxes allora provano a reagire ripetutamente, ma l’offensiva rossoblù lascia ripartenze al Sala Consilina. Bravo ad approfittarne Cutrignelli che incrocia col destro a mezza altezza: è dunque 2-0 per i gialloverdi. Marinovic si divora il gol della contro-risposta. L’episodio che potrebbe raddrizzare i primi 20′ della Feldi arriva sul finale: Cutrignelli viene espulso per doppia ammonizione. È il sesto fallo commesso, si presenta Marinovic al tiro libero: Fiuza dice di no, così come lo è negli ultimi istanti della prima frazione su Carioca.

Feldi alle corde, le volpi sperano nell’ultima ‘ripresa’

Nella seconda frazione, gli uomini di Oliva vogliono mettere al tappeto i Campioni d’Italia e approcciano alla ripresa nel modo giusto. Volonnino impegna subito Montefalcone, chiamato anche agli straordinari su Zonta qualche minuto più tardi. La retroguardia ebolitana è molle e concede il tris a Brunelli, ben innescato da Grasso sul secondo palo. Destro-sinistro-montante: la Feldi è annichilita.

Samperi si gioca la carta del portiere di movimento (Liberti) per tutta la restante parte di secondo tempo. Lo Sporting si rifugia nella propria metà campo e attende pazientemente l’opportunità per ripartire. Venancio si avvicina al gol, non centrando la porta. Lo stesso calcettista devia la bordata rasoterra di Calderolli e batte un super Fiuza. Col risultato di 3-1, le volpi iniziano a crederci e sfiorano il 3-2 con Caponigro: la traiettoria su punizione, però, trova la traversa piena. Il cronometro scorre inesorabile, poi…il buio. Black-out a San Rufo, partita sospesa.

Sporting Sala ConsilinaFiuza 12Grasso 4Volonnino 17Bateria 10, Brunelli 11A disp.: Pozzo 92, Carducci 2, Arcidiacone 5, Stigliano 7, Fetta 8, Cutrignelli 77, Zonta 6. All.: Oliva

Feldi EboliMontefalcone 17Venancio 5Galliani 22Marinovic 21, Braga 13A disp.: Di Stanio 12, Calderolli 11, Caponigro 7, Baroni 23, Restaino 24, Carioca 10, Liberti 9. All.: Samperi

Marcatori: Volonnino (SSC) 9’29” pt; Cutrignelli (SSC) 17’19” pt; Brunelli (SSC) 8’7” st; Venancio (FE) 12’46”
Ammoniti: Marinovic (FE), Braga (FE), Arcidiacone (SSC), Calderolli (FE), Volonnino (SSC)
Espulsi: Cutrignelli (SSC)

Arbitri: Giovanni Zannola (Ostia Lido), Alex Iannuzzi (Roma 1)
Crono: Giovanni Loprete (Catanzaro)

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
Elio Granito
Elio Granito
Giornalista, classe ’95, iscritto all’Albo nazionale dei Pubblicisti, laureato in “Scienze delle attività motorie, sportive e dell’educazione psicomotoria”, prossimo a conseguire il secondo titolo, quello specialistico. Creativo, perfezionista, ambizioso. Mi ritengo una persona educata, sensibile, assertiva e altruista. Aspetti del mio carattere risultati sinora determinanti nelle varie relazioni avute con figure di rilievo all'interno del mondo del giornalismo e, soprattutto, per comprendere il reale valore, la potenza e il dono di ogni singola parola. Amo il giornalismo pulito, che ha necessità di essere raccontato. Generalmente parlo di calcio, ma ho piacere di spaziare su più fronti. Il mio desidero più grande resta quello di migliorare le mie capacità puntando all’eccellenza. Basi solide, pragmatismo e pensiero creativo: sono le peculiarità sviluppate principalmente in questi anni in cui ho compreso l'amore e la passione per la divulgazione di pensieri, messaggi e valori positivi, utilizzando come strumento lo sport e la mia "penna".
spot_img

Notizie popolari