mercoledì 28 02 24
spot_img
HomeFrontpageIl secondo round stagionale del grande 'classico' tra Italservice e Feldi
spot_img

Il secondo round stagionale del grande ‘classico’ tra Italservice e Feldi

spot_imgspot_img

Due pareggi consecutivi non hanno scalfito l’umore di una Feldi all’apparenza rinata dall’arrivo di Douglas Nicolodi a Eboli. Ed è proprio guidati dal folletto di Mormaço, che i Campioni d’Italia sfidano, nel secondo round stagionale, i rivali dell’Italservice Pesaro degli ex Schiochet e Vavà.

Feldi Eboli, cos’è successo dal match di andata

Nella gara d’andata, terminata 3-1 in favore delle volpi, al vantaggio di Schiochet per i biancorossi di Pesaro risposero Liberti e Braga, ribaltando il risultato in chiusura di primo tempo. La rete di Selucio nel finale di gara chiuse definitivamente la pratica, assicurando i tre punti alla squadra di Samperi.


Potrebbe interessarti anche:


Da quel successo, la Feldi Eboli subì un calo fisico evidente (anche per via delle fatiche europee) tradotto in un bottino di soli 9 punti raccolti fino alla disfatta – dal risultato un po’ troppo severo – del “PalaSele” contro l’Olimpus Roma: una serata da dimenticare per i rossoblù.

Il mercato, il miglioramento delle condizioni fisiche e il recupero di diversi infortunati hanno successivamente portato benefici in termini di classifica e di morale. Ora le foxes vivono un periodo positivo di forma sia per quanto concerne i risultati, sia per il gioco espresso sul parquet.

In una gara dal sapore speciale, per via delle tante battaglie ‘tricolore’, i grandi amanti del calcio a 5 non potranno fare a meno di seguire l’incontro del “PalaMegabox” tra Italservice Pesaro e Feldi Eboli.

Appuntamento fissato a venerdì 19 gennaio alle ore 20:30, con diretta su futsaltv.it.

Selucio: “Mi piacerebbe essere ancora decisivo, andiamo a Pesaro per vincere”

«È stata dura rimanere fuori in questi due mesi. Ci tengo a ringraziare lo staff, la società e la mia famiglia per essermi stati vicini. Ora che sono tornato mi sento come se fossi un nuovo acquisto della Feldi, pronto ad aiutare i miei compagni. Essere di nuovo decisivo contro l’Italservice? Mi piacerebbe, ma quel che conta è vincere. Siamo pronti per andare a Pesaro e conquistare i tre punti».

Vavà: “Abbiamo fame di punti, vincerà chi sbaglierà meno”

«È sempre bello rivedere degli amici, ma saranno appunto degli amici solo al termine dei 40 minuti effettivi. Abbiamo fame di punti. Sarà una gara molto equilibrata, dove i campioni d’Italia vorranno tornare con un risultato positivo. Noi però abbiamo perso troppi punti in casa nostra, daremo la vita per fare risultato. Chi sbaglierà meno, vincerà».

spot_img
spot_img
spot_img
Elio Granito
Elio Granito
Sono un ragazzo di 28 anni, laureato in “Scienze delle attività motorie, sportive e dell’educazione psicomotoria”, prossimo a conseguire il secondo titolo, quello specialistico. Creativo, perfezionista, ambizioso. Mi ritengo una persona educata, sensibile, assertiva e altruista. Aspetti risultati sinora determinanti nelle varie relazioni avute all'interno del mondo del giornalismo, con diverse figure di rilievo, e, soprattutto, per comprendere il reale valore, la potenza e il dono di ogni singola parola. Amo il giornalismo pulito, che ha necessità di essere raccontato. Generalmente parlo di calcio, ma ho piacere di spaziare su più fronti. Il mio desidero più grande resta quello di migliorare le mie capacità puntando all’eccellenza. Basi solide, pragmatismo e pensiero creativo: sono le peculiarità sviluppate principalmente in questi anni in cui ho compreso l'amore e la passione per la divulgazione di pensieri, messaggi e valori positivi, utilizzando come strumento lo sport e la mia "penna".
spot_img
- Advertisment -spot_imgspot_img

Notizie popolari

spot_img

Il secondo round stagionale del grande ‘classico’ tra Italservice e Feldi

spot_imgspot_img

Due pareggi consecutivi non hanno scalfito l’umore di una Feldi all’apparenza rinata dall’arrivo di Douglas Nicolodi a Eboli. Ed è proprio guidati dal folletto di Mormaço, che i Campioni d’Italia sfidano, nel secondo round stagionale, i rivali dell’Italservice Pesaro degli ex Schiochet e Vavà.

Feldi Eboli, cos’è successo dal match di andata

Nella gara d’andata, terminata 3-1 in favore delle volpi, al vantaggio di Schiochet per i biancorossi di Pesaro risposero Liberti e Braga, ribaltando il risultato in chiusura di primo tempo. La rete di Selucio nel finale di gara chiuse definitivamente la pratica, assicurando i tre punti alla squadra di Samperi.


Potrebbe interessarti anche:


Da quel successo, la Feldi Eboli subì un calo fisico evidente (anche per via delle fatiche europee) tradotto in un bottino di soli 9 punti raccolti fino alla disfatta – dal risultato un po’ troppo severo – del “PalaSele” contro l’Olimpus Roma: una serata da dimenticare per i rossoblù.

Il mercato, il miglioramento delle condizioni fisiche e il recupero di diversi infortunati hanno successivamente portato benefici in termini di classifica e di morale. Ora le foxes vivono un periodo positivo di forma sia per quanto concerne i risultati, sia per il gioco espresso sul parquet.

In una gara dal sapore speciale, per via delle tante battaglie ‘tricolore’, i grandi amanti del calcio a 5 non potranno fare a meno di seguire l’incontro del “PalaMegabox” tra Italservice Pesaro e Feldi Eboli.

Appuntamento fissato a venerdì 19 gennaio alle ore 20:30, con diretta su futsaltv.it.

Selucio: “Mi piacerebbe essere ancora decisivo, andiamo a Pesaro per vincere”

«È stata dura rimanere fuori in questi due mesi. Ci tengo a ringraziare lo staff, la società e la mia famiglia per essermi stati vicini. Ora che sono tornato mi sento come se fossi un nuovo acquisto della Feldi, pronto ad aiutare i miei compagni. Essere di nuovo decisivo contro l’Italservice? Mi piacerebbe, ma quel che conta è vincere. Siamo pronti per andare a Pesaro e conquistare i tre punti».

Vavà: “Abbiamo fame di punti, vincerà chi sbaglierà meno”

«È sempre bello rivedere degli amici, ma saranno appunto degli amici solo al termine dei 40 minuti effettivi. Abbiamo fame di punti. Sarà una gara molto equilibrata, dove i campioni d’Italia vorranno tornare con un risultato positivo. Noi però abbiamo perso troppi punti in casa nostra, daremo la vita per fare risultato. Chi sbaglierà meno, vincerà».

spot_img
Elio Granito
Elio Granito
Sono un ragazzo di 28 anni, laureato in “Scienze delle attività motorie, sportive e dell’educazione psicomotoria”, prossimo a conseguire il secondo titolo, quello specialistico. Creativo, perfezionista, ambizioso. Mi ritengo una persona educata, sensibile, assertiva e altruista. Aspetti risultati sinora determinanti nelle varie relazioni avute all'interno del mondo del giornalismo, con diverse figure di rilievo, e, soprattutto, per comprendere il reale valore, la potenza e il dono di ogni singola parola. Amo il giornalismo pulito, che ha necessità di essere raccontato. Generalmente parlo di calcio, ma ho piacere di spaziare su più fronti. Il mio desidero più grande resta quello di migliorare le mie capacità puntando all’eccellenza. Basi solide, pragmatismo e pensiero creativo: sono le peculiarità sviluppate principalmente in questi anni in cui ho compreso l'amore e la passione per la divulgazione di pensieri, messaggi e valori positivi, utilizzando come strumento lo sport e la mia "penna".
- Advertisment -spot_imgspot_img

Notizie popolari

Il secondo round stagionale del grande ‘classico’ tra Italservice e Feldi

spot_img

Due pareggi consecutivi non hanno scalfito l’umore di una Feldi all’apparenza rinata dall’arrivo di Douglas Nicolodi a Eboli. Ed è proprio guidati dal folletto di Mormaço, che i Campioni d’Italia sfidano, nel secondo round stagionale, i rivali dell’Italservice Pesaro degli ex Schiochet e Vavà.

Feldi Eboli, cos’è successo dal match di andata

Nella gara d’andata, terminata 3-1 in favore delle volpi, al vantaggio di Schiochet per i biancorossi di Pesaro risposero Liberti e Braga, ribaltando il risultato in chiusura di primo tempo. La rete di Selucio nel finale di gara chiuse definitivamente la pratica, assicurando i tre punti alla squadra di Samperi.


Potrebbe interessarti anche:


Da quel successo, la Feldi Eboli subì un calo fisico evidente (anche per via delle fatiche europee) tradotto in un bottino di soli 9 punti raccolti fino alla disfatta – dal risultato un po’ troppo severo – del “PalaSele” contro l’Olimpus Roma: una serata da dimenticare per i rossoblù.

Il mercato, il miglioramento delle condizioni fisiche e il recupero di diversi infortunati hanno successivamente portato benefici in termini di classifica e di morale. Ora le foxes vivono un periodo positivo di forma sia per quanto concerne i risultati, sia per il gioco espresso sul parquet.

In una gara dal sapore speciale, per via delle tante battaglie ‘tricolore’, i grandi amanti del calcio a 5 non potranno fare a meno di seguire l’incontro del “PalaMegabox” tra Italservice Pesaro e Feldi Eboli.

Appuntamento fissato a venerdì 19 gennaio alle ore 20:30, con diretta su futsaltv.it.

Selucio: “Mi piacerebbe essere ancora decisivo, andiamo a Pesaro per vincere”

«È stata dura rimanere fuori in questi due mesi. Ci tengo a ringraziare lo staff, la società e la mia famiglia per essermi stati vicini. Ora che sono tornato mi sento come se fossi un nuovo acquisto della Feldi, pronto ad aiutare i miei compagni. Essere di nuovo decisivo contro l’Italservice? Mi piacerebbe, ma quel che conta è vincere. Siamo pronti per andare a Pesaro e conquistare i tre punti».

Vavà: “Abbiamo fame di punti, vincerà chi sbaglierà meno”

«È sempre bello rivedere degli amici, ma saranno appunto degli amici solo al termine dei 40 minuti effettivi. Abbiamo fame di punti. Sarà una gara molto equilibrata, dove i campioni d’Italia vorranno tornare con un risultato positivo. Noi però abbiamo perso troppi punti in casa nostra, daremo la vita per fare risultato. Chi sbaglierà meno, vincerà».

Elio Granito
Elio Granito
Sono un ragazzo di 28 anni, laureato in “Scienze delle attività motorie, sportive e dell’educazione psicomotoria”, prossimo a conseguire il secondo titolo, quello specialistico. Creativo, perfezionista, ambizioso. Mi ritengo una persona educata, sensibile, assertiva e altruista. Aspetti risultati sinora determinanti nelle varie relazioni avute all'interno del mondo del giornalismo, con diverse figure di rilievo, e, soprattutto, per comprendere il reale valore, la potenza e il dono di ogni singola parola. Amo il giornalismo pulito, che ha necessità di essere raccontato. Generalmente parlo di calcio, ma ho piacere di spaziare su più fronti. Il mio desidero più grande resta quello di migliorare le mie capacità puntando all’eccellenza. Basi solide, pragmatismo e pensiero creativo: sono le peculiarità sviluppate principalmente in questi anni in cui ho compreso l'amore e la passione per la divulgazione di pensieri, messaggi e valori positivi, utilizzando come strumento lo sport e la mia "penna".
spot_img

Notizie popolari