mercoledì 17 04 24
spot_img
HomeFrontpageDalla Coppa Italia al campionato: la Feldi ritorna sul campo del Genzano
spot_img

Dalla Coppa Italia al campionato: la Feldi ritorna sul campo del Genzano

spot_imgspot_img

Stessa storia, stesso posto, stessa gente: Ecocity Genzano e Feldi Eboli sono pronte a dar vita a un’altra battaglia a meno di 72 ore dall’incontro di Coppa Italia, nel match valido per la 21ª giornata di Serie A New Energy.

Feldi Eboli, tutte le energie sul campionato

Il momento dei rimpianti lascia spazio alla voglia di rivalsa della Feldi Eboli che, guardando il bicchiere mezzo pieno, con l’eliminazione dalla coppa nazionale, potrà concentrarsi esclusivamente sul campionato.


Potrebbe interessarti anche:


E – guarda caso – ad affacciarsi nuovamente sulla strada delle volpi è proprio la formazione romana che, solo qualche giorno fa, ha arrecato un grosso dispiacere agli uomini di Salvo Samperi. Un pari, quello del “PalaCesaroni”, che è valso l’accesso degli arancioneri alle Final Four di Coppa Italia, una vittoria dal sapore ancor più dolce se rapportata al blasone degli avversari.

Con la prossima gara, salirà a tre il numero di partite disputate dalle due compagini. Nei due precedenti, il bilancio recita: una vittoria per il Genzano; un pareggio; zero successi per la Feldi.

Selucio: “Torniamo a Genzano per i tre punti, da oggi inizia un nuovo campionato”

«Siamo dispiaciuti per non essere riusciti ad andare avanti in coppa, ma abbiamo dimostrato a tutti che ce la possiamo giocare su ogni campo. Personalmente, mi sento bene ma so che posso fare ancor di più per aiutare la squadra a raggiungere i nostri obiettivi. Ora torniamo a Genzano e dobbiamo andare lì con la voglia di portare a casa i tre punti, seguendo la scia di ciò che abbiamo fatto qualche giorno fa. La prestazione c’è stata e da quello bisogna ripartire. Per noi, da oggi, inizia un nuovo campionato».

spot_img
spot_img
spot_img
Elio Granito
Elio Granito
Sono un ragazzo di 28 anni, laureato in “Scienze delle attività motorie, sportive e dell’educazione psicomotoria”, prossimo a conseguire il secondo titolo, quello specialistico. Creativo, perfezionista, ambizioso. Mi ritengo una persona educata, sensibile, assertiva e altruista. Aspetti risultati sinora determinanti nelle varie relazioni avute all'interno del mondo del giornalismo, con diverse figure di rilievo, e, soprattutto, per comprendere il reale valore, la potenza e il dono di ogni singola parola. Amo il giornalismo pulito, che ha necessità di essere raccontato. Generalmente parlo di calcio, ma ho piacere di spaziare su più fronti. Il mio desidero più grande resta quello di migliorare le mie capacità puntando all’eccellenza. Basi solide, pragmatismo e pensiero creativo: sono le peculiarità sviluppate principalmente in questi anni in cui ho compreso l'amore e la passione per la divulgazione di pensieri, messaggi e valori positivi, utilizzando come strumento lo sport e la mia "penna".

Notizie popolari