sabato 02 03 24
spot_img
HomeFrontpageL'ex granata Bombardini condannato a sei mesi con pena sospesa
spot_img

L’ex granata Bombardini condannato a sei mesi con pena sospesa

spot_imgspot_img

L’ex giocatore della Salernitana, Davide Bombardini, è stato condannato a sei mesi con pena sospesa e non menzione nel casellario giudiziale. Con lui sono stati condannati anche due ultras interisti.

Ex Salernitana Bombardini condannato

Ex giocatore, ora imprenditore. Davide Bombardini, che ha giocato con la maglia della Salernitana per due stagioni, dal 2003 al 2005, è stato condannato dal Tribunale di Milano a sei mesi con pena sospesa e non menzione nel casellario giudiziale. Il motivo? “Esercizio arbitrario delle proprie ragioni”. In precedenza, l’ex granata era stato accusato del reato di estorsione.


Potrebbe interessarti anche:


I pm avevano chiesto tre anni di reclusione non solo per Bombardini, ma anche per il capo ultras interista Andrea Beretta e per un altro ultras nerazzurro, Claudio Morra (anche loro condannati, rispettivamente a dieci e a sei mesi). I tre avrebbero provato, nel novembre del 2018, ad estorcere 100mila euro ad un imprenditore per saldare un presunto debito per acquistare alcune quote di una società, l’impresa edile “Milano Procaccini srl”. Nel confronto, avvenuto con “toni e modi aggressivi ed intimidatori”, ci sarebbero state minacce ai danni dell’imprenditore, che avrebbe rifiutato di pagare la somma.

I due ultras avrebbero, quindi, dichiarato che quei soldi sarebbero serviti all’ex giocatore per ripagare un debito che lo stesso aveva nei loro confronti. Il giorno seguente Bombardini avrebbe telefonato l’imprenditore dicendo che aveva “tempo fino alla sera per pagare”, altrimenti “avrebbe visto cosa sarebbe successo”. L’imprenditore si è poi rivolto alle autorità. Per le motivazioni della sentenza bisognerà attendere fino a 90 giorni. Ora l’ex calciatore, come stabilito dai giudici, dovrà risarcire con 5.000,00€ la parte civile.

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
- Advertisment -spot_imgspot_img

Notizie popolari

spot_img

L’ex granata Bombardini condannato a sei mesi con pena sospesa

spot_imgspot_img

L’ex giocatore della Salernitana, Davide Bombardini, è stato condannato a sei mesi con pena sospesa e non menzione nel casellario giudiziale. Con lui sono stati condannati anche due ultras interisti.

Ex Salernitana Bombardini condannato

Ex giocatore, ora imprenditore. Davide Bombardini, che ha giocato con la maglia della Salernitana per due stagioni, dal 2003 al 2005, è stato condannato dal Tribunale di Milano a sei mesi con pena sospesa e non menzione nel casellario giudiziale. Il motivo? “Esercizio arbitrario delle proprie ragioni”. In precedenza, l’ex granata era stato accusato del reato di estorsione.


Potrebbe interessarti anche:


I pm avevano chiesto tre anni di reclusione non solo per Bombardini, ma anche per il capo ultras interista Andrea Beretta e per un altro ultras nerazzurro, Claudio Morra (anche loro condannati, rispettivamente a dieci e a sei mesi). I tre avrebbero provato, nel novembre del 2018, ad estorcere 100mila euro ad un imprenditore per saldare un presunto debito per acquistare alcune quote di una società, l’impresa edile “Milano Procaccini srl”. Nel confronto, avvenuto con “toni e modi aggressivi ed intimidatori”, ci sarebbero state minacce ai danni dell’imprenditore, che avrebbe rifiutato di pagare la somma.

I due ultras avrebbero, quindi, dichiarato che quei soldi sarebbero serviti all’ex giocatore per ripagare un debito che lo stesso aveva nei loro confronti. Il giorno seguente Bombardini avrebbe telefonato l’imprenditore dicendo che aveva “tempo fino alla sera per pagare”, altrimenti “avrebbe visto cosa sarebbe successo”. L’imprenditore si è poi rivolto alle autorità. Per le motivazioni della sentenza bisognerà attendere fino a 90 giorni. Ora l’ex calciatore, come stabilito dai giudici, dovrà risarcire con 5.000,00€ la parte civile.

spot_img
- Advertisment -spot_imgspot_img

Notizie popolari

L’ex granata Bombardini condannato a sei mesi con pena sospesa

spot_img

L’ex giocatore della Salernitana, Davide Bombardini, è stato condannato a sei mesi con pena sospesa e non menzione nel casellario giudiziale. Con lui sono stati condannati anche due ultras interisti.

Ex Salernitana Bombardini condannato

Ex giocatore, ora imprenditore. Davide Bombardini, che ha giocato con la maglia della Salernitana per due stagioni, dal 2003 al 2005, è stato condannato dal Tribunale di Milano a sei mesi con pena sospesa e non menzione nel casellario giudiziale. Il motivo? “Esercizio arbitrario delle proprie ragioni”. In precedenza, l’ex granata era stato accusato del reato di estorsione.


Potrebbe interessarti anche:


I pm avevano chiesto tre anni di reclusione non solo per Bombardini, ma anche per il capo ultras interista Andrea Beretta e per un altro ultras nerazzurro, Claudio Morra (anche loro condannati, rispettivamente a dieci e a sei mesi). I tre avrebbero provato, nel novembre del 2018, ad estorcere 100mila euro ad un imprenditore per saldare un presunto debito per acquistare alcune quote di una società, l’impresa edile “Milano Procaccini srl”. Nel confronto, avvenuto con “toni e modi aggressivi ed intimidatori”, ci sarebbero state minacce ai danni dell’imprenditore, che avrebbe rifiutato di pagare la somma.

I due ultras avrebbero, quindi, dichiarato che quei soldi sarebbero serviti all’ex giocatore per ripagare un debito che lo stesso aveva nei loro confronti. Il giorno seguente Bombardini avrebbe telefonato l’imprenditore dicendo che aveva “tempo fino alla sera per pagare”, altrimenti “avrebbe visto cosa sarebbe successo”. L’imprenditore si è poi rivolto alle autorità. Per le motivazioni della sentenza bisognerà attendere fino a 90 giorni. Ora l’ex calciatore, come stabilito dai giudici, dovrà risarcire con 5.000,00€ la parte civile.

spot_img

Notizie popolari