domenica 14 04 24
spot_img
HomeSportCICLISMOBalsamo rivince il Trofeo Binda
spot_img

Balsamo rivince il Trofeo Binda

spot_imgspot_img

La primavera di Elisa Balsamo si apre nel migliore dei modi: la piemontese di sangue cilentano ha conquistato il secondo successo della carriera nel Trofeo “Binda”, la classica più prestigiosa del calendario italiano.

Elisa Balsamo rivince il “Binda”

Cittiglio, provincia di Varese e di… Elisa Balsamo: la 26enne di natali cilentani – la famiglia paterna è originaria di Piano Vetrale, la frazione di Orria nota per i suoi caratteristici murales – ha vinto allo sprint il 25° Trofeo Binda (Maccagno con Pino e Veddasca-Cittiglio, 140,5 km), lasciandosi alle spalle la campionessa del mondo Lotte Kopecky (SD Worx) e l’olandese Puck Pieterse (Fenix-Deceuninck).

Una vittoria di cuore e di testa, la terza di una stagione che promette davvero bene. Sì, perché la ciclista della Lidl-Trek – che aveva già vinto il “Binda” nel 2022 – ha dovuto moltiplicare le forze sull’ultima ascesa a Orino per non perdere contatto dal gruppo delle migliori.


Potrebbe interessarti anche:


La cuneese non sarebbe però stata in corsa per il successo senza il preziosissimo lavoro della compagna di squadra Shirin van Anrooij, che ha tenuto sotto controllo tutti gli attacchi delle avversarie negli ultimi due giri.

Un’azione solitaria della canadese Clara Emond (EF) nella prima parte della corsa, poi una lunga serie di attacchi e contrattacchi: ci provano prima la francese Jade Wiel (FDJ Suez), poi la già citata Pieterse, a sua volta raggiunta dall’australiana Niamh Fisher-Black (SD Worx). Nessuna di loro, però, riesce a fare davvero la differenza.

Gruppo allungato sulle rampe di Casalzuigno – dove prova ad avvantaggiarsi la svizzera Elise Chabbey (Canyon/Sram) – e di Orino: le compagne di squadra di Kopecky, in testa l’altra elvetica Marlen Reusser, provano ad allungare il passo per mettere in difficoltà Balsamo, che resta tuttavia agganciata al gruppo di testa.

Un ultimo guizzo dell’olandese Mareille Mejiering (Movistar) – ripresa a 1500 metri dal traguardo – prima della risolutiva volata: Kopecky prova a sorprendere Balsamo, ma la campionessa del mondo di Leuven 2021 esce fuori di prepotenza e mette a segno la sua personale doppietta sulle strade della cittadina lombarda. 4ª Soraya Paladin (Canyon/Sram), preceduta da Pieterse, 8ª Silvia Persico (UAE).

Da mercoledì la campagna belga

A questo punto, la ciclista metà piemontese, metà salernitana sogna di replicare la settimana magica del 2022, in cui si impose anche alla Bruges-De Panne e alla Gand-Wevelgem. Da mercoledì prossimo – quando si correrà in riva al Mare del Nord – ne sapremo di più.

spot_img
spot_img
spot_img
Carmine Marino
Carmine Marino
Nato a Battipaglia nel 1986, dal 2004 si è occupato di cronaca, attualità, cultura e sport per «Il settimanale Unico» e «Il Quotidiano della Basilicata». Telecronista di calcio, basket, calcio a cinque e pallavolo per alcune televisioni locali del Basso Salernitano, dal 2016 è speaker di manifestazioni sportive amatoriali di atletica e ciclismo, per le quali cura anche le attività di ufficio stampa. Già collaboratore fisso del «Il Quotidiano del Sud - L'altravoce dei ventenni» e di ventiblog.com, attualmente è caporedattore di SalernoSport24 per gli sport di squadra e le discipline olimpiche. Dal 4 dicembre 2023, è iscritto all'albo dei giornalisti pubblicisti della Campania. Insegnante di italiano e storia nelle scuole superiori, ha pubblicato saggi e recensioni in volumi collettanei e su riviste di storia contemporanea. Dalla primavera del 2023 è socio della Società italiana di storia dello sport.

Notizie popolari