martedì 21 05 24
spot_img
HomeSportCICLISMOUn argento e un bronzo per la cilentana Balsamo agli Europei su...
spot_img

Un argento e un bronzo per la cilentana Balsamo agli Europei su pista

spot_img
spot_img

Il velodromo di Grenchen, in Svizzera, ha ospitato i campionati europei di ciclismo su pista: in gara anche la piemontese di origini salernitane Elisa Balsamo.

Due medaglie per Elisa Balsamo agli Europei

La campagna europea di Elisa Balsamo in pista si è conclusa con due medaglie: un argento nell’inseguimento a squadre e un bronzo nella madison.

L’ex iridata su strada ha debuttato con il quartetto azzurro campione del mondo in carica, che ha conquistato la finale con il secondo tempo in batteria: Balsamo, Fidanza, Guazzini e Paternoster hanno chiuso in 4’13″191.

Un cambio in corsa per la finale contro la Gran Bretagna: Martina Alzini al posto di Letizia Paternoster. Tuttavia, la sfida per l’oro non è mai stata in discussione: nonostante un passaggio a vuoto all’inizio del terzo km, le britanniche – capitanate dalla formidabile Katie Archibald – hanno seminato il quartetto italiano, che ha peraltro peggiorato il tempo stabilito nel primo pomeriggio (4’16″018).

Nell’ultima giornata della rassegna, la 24enne cuneese è scesa in pista per la madison con Vittoria Guazzini. Dopo aver vinto due dei primi tre sprint, la coppia azzurra è stata sopravanzata a metà gara prima dalla Gran Bretagna (Archibald-Barker), poi dalla Francia (Berteau-Copponi).

La piemontese e la toscana difendono la terza piazza racimolando punti qua e là, ma la Danimarca si fa minacciosa dopo il nono sprint: un solo punto di differenza con 30 giri ancora da percorrere.

Balsamo vince la penultima volata e avvicina l’Italia al bronzo, ma un malinteso tra le due azzurre lascia aperta la porta al Belgio, cui non basta però il 2° posto nell’ultimo sprint (a punteggio doppio) per scavalcare le azzurre.

Oro alla Gran Bretagna (38 punti), argento alla Francia (25 punti), bronzo all’Italia (19 punti) con 2 punti di scarto sulle belghe.


Potrebbe interessarti anche:


Vece sfiora il podio nei 500 metri

Sensazioni contrastanti per l’altra pistard di origini salernitane in gara agli Europei, Miriam Vece.

La 25enne cremasca ha debuttato con un 7° posto nella velocità a squadre in compagnia di Rachele Barbieri e Giada Capobianchi. Di nuovo in pista per il torneo della velocità olimpica, Vece ha superato lo scoglio della qualificazione con il 10° tempo, ma ha salutato la competizione agli ottavi, dove si arresa per 10 millesimi alla francese Kouame.

Vece ha quindi disputato la prova dei 500 metri, nella quale doveva difendere la medaglia di bronzo vinta in estate a Monaco di Baviera. Dopo aver chiuso le eliminatorie al 2° posto (33″367), la ciclista originaria della Valle del Sele peggiora di 2 decimi il crono del mattino (33″587), finendo così ai piedi del podio. Oro per la tedesca Emma Hinze, argento per la francese Kouame, bronzo per l’olandese van der Wouw.

L’avventura europea della lombarda si è conclusa nel torneo del keirin: avanzata fino alla semifinale grazie al 2° posto nella batteria di ripescaggio, Vece si è infine classificata 11ª (quinta nella finale B).

spot_img
spot_img
spot_img
Carmine Marino
Carmine Marino
Nato a Battipaglia nel 1986, dal 2004 si è occupato di cronaca, attualità, cultura e sport per «Il settimanale Unico» e «Il Quotidiano della Basilicata». Telecronista di calcio, basket, calcio a cinque e pallavolo per alcune televisioni locali del Basso Salernitano, dal 2016 è speaker di manifestazioni sportive amatoriali di atletica e ciclismo, per le quali cura anche le attività di ufficio stampa. Già collaboratore fisso del «Il Quotidiano del Sud - L'altravoce dei ventenni» e di ventiblog.com, attualmente è caporedattore di SalernoSport24 per gli sport di squadra e le discipline olimpiche. Dal 4 dicembre 2023, è iscritto all'albo dei giornalisti pubblicisti della Campania. Insegnante di italiano e storia nelle scuole superiori, ha pubblicato saggi e recensioni in volumi collettanei e su riviste di storia contemporanea. Dalla primavera del 2023 è socio della Società italiana di storia dello sport.

Notizie popolari