mercoledì 05 10 22
HomeSportFIN: parola al neo presidente provinciale Mariano Rampolla

FIN: parola al neo presidente provinciale Mariano Rampolla

- Advertisment -spot_img

Intervista al neo presidente provinciale della FIN (Federazione Italiana Nuoto), Mariano Rampolla. I programmi, i giovani e, ovvio, la Rari Nantes Nuoto Salerno

Le parole di Rampolla

Mariano Rampolla, direttore sportivo della Rari Nantes Nuoto Salerno, è stato eletto, lo scorso fine settimana, presidente provinciale Federazione Italiana Nuoto. Nell’intervista a RCS75, con Francesco Di Pasquale e Lino GrimaldiAvino, il neo presidente fa il punto della situazione:

Per cominciare, Mariano, quanto tempo sottrai alla famiglia?

«Tantissimo! Ma è la passione, e la Rari Nantes è la mia vita, prima da giocatore, poi da dirigente. Ma sono felice!»

La FIN provinciale di Salerno ha rinnovato le sue cariche e tu sei stato eletto presidente..

«È innanzitutto una soddisfazione… un ruolo che spero di portare avanti bene. Io cerco la collaborazione tra le varie società. La nostra provincia è ricca di realtà che portano avanti discorsi di pallanuoto, ma anche di nuoto e nuoto per salvamento. Il nostro compito è quello di coordinare tutte queste attività e cercare di promuoverle superando tutte le problematiche che conosciamo».

Roma 2022.. un bel messaggio per questo sport e per la nostra nazione

«Certo! Sarà un importante appuntamento, così come lo è stato per il passato. Con la pallanuoto, in particolare, ci sono vittorie e ricordi. Passando alla Rari, quest’anno sarà il nostro terzo anno in A1, sicuramente un primo, grande traguardo. Ci auguriamo che questo campionato ci porti a fare un ulteriore salto di qualità. L’obiettivo à sempre la salvezza, ma ottenuta in modo tranquillo, per un ulteriore passo in avanti»

Quindi fare sempre meglio….

«Si. Il nostro obiettivo, dalla serie A2, è stato sempre fare meglio dell’anno precedente. L’anno scorso, ad esempio, siamo entrati nel girone èlite, le prime 8 squadre d’Italia!».

Nel primo anno di A1, la Rari era a ridosso della zona europa….

«Si! stavamo cavalcando l’onda, per dirla con una battuta a tema…poi l’interruzione forzata ha fermato i campionati»

Infine, parliamo di giovanissimi…

«Si, cominciamo con il successo dei giovanissimi all’HaBaWaBa, un torneo che si svolge da tanti anni, molto seguita. Ed il trampolino di lancio per far appassionare i ragazzi a questo sport»

Molti di loro, però, abbandonano. Come mai?

«È vero… magari, ad un certo punto, non si vede un fututo, dal punto di vista economico e, quindi, si scelgono altre strade… ma c’entra molto l’aspetto mentale. Noi, però, stiamo sempre attenti a curare i nostri settori giovanili»


Potrebbe interessarti anche:

 

Tony Granato
Tony Granato
Anni giovanili in radio. Poi tanti anni (e tante notti) ad organizzare serate nei locali. Ora l'esperienza con SalernoSport24
- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

Notizie popolari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: