martedì 06 12 22
HomeEditorialeSalernitana a Sassuolo per riprendere la marcia

Salernitana a Sassuolo per riprendere la marcia

- Advertisment -spot_img

Dopo l’inattesa sconfitta interna con il Lecce la Salernitana sarà oggi pomeriggio di scesa a Sassuolo contro i neroverdi di mister Dionisi. Tra oggi, domenica 2 ottobre, e domenica si chiude l’8ª giornata del campionato di Serie A 2022-2023. Ricomincia il torneo di massima serie dopo la sosta per le gare delle Nazionali quindi.

Salernitana a caccia di riscatto in Emilia

I granata guidati da Davide Nicola sono chiamati a riprendere il cammino verso la salvezza ed andranno a caccia di punti al “Mapei Stadium” di Reggio Emilia. Match valevole per l’8ª giornata di Serie A.

Il trainer molto probabilmente non varierà il canovaccio tattico delle ultime uscite ma non avrà ancora a disposizione Bohinen in cabina di regia. Il norvegese, infatti, non ha pienamente recuperato dall’infortunio e non figura nemmeno tra i convocati. Sarà ancora Maggiore ad agire in mediana per dettare i tempi. Il rientrante Lovato dovrebbe inserirsi nel terzetto di difesa in luogo dell’acciaccato Fazio, ballottaggi in attacco per Dia, Piatek e lo scalpitante Bonazzoli: in tre per due maglie dal primo minuto.

Dall’altra parte gli emiliani sono tuttora orfani di Berardi infortunato e si presenteranno con il consueto schieramento a tre punte (4-3-3).

La prima volta di un arbitro donna in A

L’elemento nuovo e di rilievo è certamente legato a chi dirigerà l’incontro. Le attenzioni saranno, infatti, tutte puntate su Maria Sole Ferrieri Caputi, che è stata designata come primo arbitro donna della storia nel massimo campionato di calcio italiano.

Un’onorificenza non da poco per il fischietto rosa di Livorno, che sarà protagonista di una giornata certamente storica. Per le donne e per il mondo del pallone si tratta di una nuova storica conquista dopo che anche il calcio femminile è stato riconosciuto come sport professionistico. 

L’evento fa da contraltare alla situazione delicata in corso in queste ore in Iran dopo l’assassinio della ragazza che non indossava perfettamente il burqa da parte della cosiddetta polizia morale dello Stato. Una violazione gravissima dei diritti civili ed umani delle donne, che ha scatenato violenti proteste in tutto il Paese mediorientale.

La strada verso l’uguaglianza dei diritti anche nei paesi musulmani è ancora molto lunga, considerando che le autorità iraniane hanno risposto con una repressione feroce e hanno tagliato i collegamenti internet.

In Italia intanto queste iniziative sono piccole grandi conquiste che testimoniano come una nuova cultura si stia diffondendo per correre forte e decisa sul prato verde più seguito dello sport.

Il prato verde del Mapei Stadium intanto sarà contornato da circa 5 mila sostenitori della Bersagliera. L’amore dei cuori granata è altrettanto tra le poche certezze di questo sport e della vita sociale dell’Italia.

- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

Notizie popolari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: