domenica 26 05 24
spot_img
HomeSalernitanaPanchinari granata: sono davvero all'altezza?
spot_img

Panchinari granata: sono davvero all’altezza?

spot_img
spot_img

I panchinari della Salernitana

Sono pressoché sette i giocatori che, al momento, non sono ancora scesi in campo regolarmente o che hanno sì e no appena tre presenze. Sette tesserati che devono ancora dire la loro nel corso dei novanta minuti regolamentari; calciatori che magari meritano di entrare comunque nel progetto per impegno e con una possibilità in più. Partiamo dalla porta dove troviamo Michalis Iliadis arrivato a parametro zero il 10 agosto del 2016 dall’Iraklis. Per lui solo convocazioni senza mai vedere il rettangolo ufficiale di gioco e, probabilmente, fuori dalle gerarchie di Bollini tanto da tesserare un suo collega svincolato per evitare il “possibile” debutto.

In difesa c’è il prestito dall’Atalanta del 21enne Patrick Asmah, terzino sinistro a tutto campo. Anche per lui solo convocazioni senza avere la possibilità di mettersi in mostra anche se su quella fascia, magari con l’emergenza difensiva e con lo spostamento di Vitale come centrale, avrebbe potuto dimostrare il suo valore. A centrocampo troviamo il tanto atteso ingaggio di settembre Giuseppe Rizzo. Per il siciliano si parlava da agosto come “colpo” per la mediana ma al momento deve ancora sporcare gli scarpini.

Passiamo alla fase offensiva dove troviamo l’infortunato Francesco Orlando. L’ala destra nel ritiro è apparso un vero e proprio talento capace di spazziare su più fronti. Al rientro di sicuro il mister troverà un’altra freccia per il suo arco degli esterni. Altro possibile talento è Sofiane Ahmed-Kadi, francoalgerino prelevato a titolo gratuito, 20enne ma su di lui mezza Lega Pro aveva scommesso in estate tanto da far decidere a Fabiani&Co. la possibilità di giocarsi le carte in maglia granata. Ultimi posti per Nunzio Di Roberto ed Emanuele Cicerelli. Per loro lo score di tre presenze a testa ma solo il secondo, al momento, ha mostrato doti tecniche apprezzabili. Che sia turnover o emergenza comunque Bollini ha delle alternative sia da scommettere che da rilanciare, anche in vista del prossimo calciomercato.

spot_img
spot_img
spot_img

Notizie popolari