lunedì 22 07 24
spot_img
HomeCalcioEccellenza girone B: Costa d'Amalfi ai playoff nazionali. Salernum Baronissi retrocesso ai...
spot_img

Eccellenza girone B: Costa d’Amalfi ai playoff nazionali. Salernum Baronissi retrocesso ai playout

spot_img
spot_img

Il girone B di Eccellenza campana ha emesso i suoi ultimi verdetti: il Costa d’Amalfi rappresenterà la provincia di Salerno ai playoff nazionali, mentre il Salernum Baronissi saluta la categoria. Vediamo nel dettaglio quanto accaduto in quest’ultimo weekend.

Eccellenza girone B: Costa d’Amalfi ai playoff nazionali

Il Costa d’Amalfi, quasi a sorpresa, sbanca il “Domenico Sessa” di Castel San Giorgio e stacca il pass per i playoff nazionali di Eccellenza.


Ti potrebbero interessare anche:


La formazione di mister Luigi Proto riesce ad ottenere il massimo risultato al termine di una partita combattuta contro un Rossoblu Castel San Giorgio da record. Nel girone di ritorno, la squadra di mister Fiume aveva ottenuto la bellezza di 41 punti (un cammino da promozione diretta), cosa che comunque gli aveva permesso di saltare a piè pari la semifinale regionale. Il tutto, però, si è disintegrato all’ultimo atto, nella partita più importante, dove gli 8 punti di differenza maturati durante la regular season non si sono mai fatti sentire.

L’1-0 con cui i costieri sono riusciti a staccare, per la prima volta nei loro 12 anni di storia, il pass per la fase nazionale lo ha firmato il capitano Francesco Proto al 58′, finalizzando al meglio una splendida azione corale rifinita da Massa. Deludente la gara del Castel San Giorgio, troppo contratto nel primo tempo e nervoso nella ripresa, quasi incapace di creare veri e propri pericoli dalle parti di Manzi. Anzi, la palla della speranza era pure arrivata al 94′ con un calcio di punizione dal limite di Vatiero, ma il portiere riesce a sventare con un ottimo riflesso sul palo di competenza.

Nella fase nazionale, il Costa d’Amalfi se la dovrà vedere in semifinale contro i lucani del San Cataldo. Questa matricola terribile, nata nel 2009 e rappresentante di una frazione di 1.091 abitanti del Comune di Bella (Pz), ha vinto i playoff regionali da neopromossa. Con lo 0-0 maturato in finale contro il Matera Città dei Sassi, il San Cataldo è riuscito ad ottenere il pass per la fase nazionale grazie al miglior piazzamento in classifica. L’andata si giocherà il 26 maggio a Maiori, con il ritorno a Bella fissato per il 2 giugno. In caso di vittoria, la finale per la promozione in D verrà giocata con la vincente di Vigor Lamezia-Bisceglie.

A rappresentare la Campania ai prossimi playoff nazionali ci sarà pure il Pompei dell’ex allenatore della Primavera della Salernitana Gennaro Scarlato. La formazione rossoblù è riuscita ad avere ragione, nella finale regionale del girone A, del Nola di Karel Zeman per 2-0 grazie ai gol di Simonetti e Malafronte.

In semifinale per i pompeiani ci saranno i siciliani del Pro Favara, i quali hanno ottenuto l’accesso diretto alla fase nazionale grazie ai 20 punti di distacco nei confronti del Mazara terzo classificato. In finale, l’accoppiamento è con la vincente del match tra Aurora Alto Casertano e la vincitrice dei playoff del girone B siciliano (Milazzo, Jonica o Modica).

Il Salernum Baronissi retrocede in Promozione dopo il playout

Stava accarezzando la salvezza dopo un finale di stagione in rimonta, due ricorsi vinti contro Agropoli e Sapri e il miglior piazzamento in classifica in chiave playout, ma alla fine è arrivata la retrocessione.

Il Salernum Baronissi saluta l’Eccellenza dopo solo quattro stagioni, fatale la sconfitta per 0-2 nel playout casalingo contro i napoletani del Sant’Antonio Abate. Un gol per tempo bastano e avanzano per piegare la resistenza della formazione di mister De Felice, mentre i vesuviani festeggiano la permanenza in quinta serie per il quarto anno consecutivo. Il Salernum Baronissi diventa, così, la quarta formazione salernitana a retrocedere in Promozione dopo Sapri, Pro Sangiorgese e Faiano. Una vera e propria ecatombe

Il Sant’Antonio Abate riesce subito ad aprire le marcature al 5′ con il diagonale vincente di Conte a battere Orlandi grazie all’aiuto del palo. Gli Orange cingono d’assedio l’area giallorossa e sbattono dinanzi ad un sontuoso Colantuono, decisivo in tre occasioni su Vignes, Delle Donne e Guzzo. La formazione irnina colpisce pure una traversa in un tentativo di gol olimpico da parte di Santonicola, prima di capitolare al 96′ con il contropiede capitalizzato da Passariello che certifica la salvezza degli abatesi.

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Notizie popolari