venerdì 14 06 24
spot_img
HomeFrontpageTre medaglie per i salernitani agli Europei di karate
spot_img

Tre medaglie per i salernitani agli Europei di karate

spot_img
spot_img

L’appuntamento di punta della stagione per i salernitani Angelo Crescenzo, Daniele De Vivo e Anna Pia Desiderio: i campionati europei di karate a Zara, in Croazia.

Gli Europei di karate di Crescenzo, De Vivo e Desiderio

Un oro e due argenti per i salernitani Angelo Crescenzo, Daniele De Vivo e Anna Pia Desiderio ai campionati europei di karate, terminati domenica con le prove a squadre di kumite.

Il più competitivo dei tre è stato senza dubbio il 21enne di San Valentino Torio che, dopo i successi in Premier League a Mosca (2021) e Matosinhos (2022), ha conquistato la seconda medaglia internazionale della sua carriera, spingendosi fino al secondo gradino del podio nel torneo di kumite fino a 75 kg.


Potrebbe interessarti anche:


Subito un’insidia per il karateka dell’Agro, che ha faticato non poco per sconfiggere (1-0) lo sloveno Jaka Gaal. A seguire le larghe vittorie sul britannic Brandon Brian Wilkins (4-0) e sul tedesco Tim Steiner (6-0). Raggiunta la semifinale dopo il 4-3 al turco Enes Bulut, De Vivo ha poi spazzato via il montenegrino Nemanja Mikulic con un secco 7-1. Un altro balcanico nel match per l’oro: il croato Ivan Martinac, che ha prevalso per 4-0 sull’allievo di Antonio Califano, di nuovo d’argento a 11 mesi di distanza dai Giochi europei di Cracovia.

De Vivo si è poi ripetuto nel torneo a squadre, conquistando l’oro europeo in compagnia di Matteo Avanzini, Matteo Fiore, Luca Maresca, Michele Martina, Andrea Minardi e Lorenzo Pietromarchi. Soddisfazione doppia per l’Italia del kumite, che parteciperà anche ai Mondiali di Pamplona (Spagna), in programma dal 20 al 25 novembre.

Superata di slancio la fase a gironi con tre vittorie su Albania (3-1), Ucraina (3-1) e Macedonia del Nord (3-0), gli azzurri hanno poi battuto in semifinale la selezione turca con il minimo scarto. Il 3-1 alla Grecia ha suggellato il trionfo azzurro, cui ha assistito da semplice riserva anche l’ex campione europeo dei 60 kg Angelo Crescenzo.

Il 30enne dell’Esercito – a digiuno di risultati dall’inizio della stagione – si è arreso al 1° turno (5-8) contro il portoghese Joao Ribeiro. L’oro a squadre sarà anche una minuscola soddisfazione, ma può comunque rinfrancarlo in vista dell’ultima tappa di Premier League a Casablanca (Marocco).

La nocerina Desiderio sul secondo gradino del podio

Se gli azzurri potevano essere inseriti nel lotto dei potenziali candidati al titolo, ben diverso è il discorso per le karateka, partite per la Croazia a fari spenti ma capaci di conquistare l’argento e il biglietto per la rassegna iridata di fine anno.

In cordata con Giulia Angelucci, Pamela Bodei, Clio Ferracuti e Viola Lallo, la 19enne nocerina Anna Pia Desiderio ha disputato un torneo sensazionale fin dalla fase eliminatoria, conclusa con tre vittorie per 2-0 su Montenegro, Spagna e Turchia. Conquistata la semifinale, l’Italia ha poi eliminato le padrone di casa, senza concedere loro un solo combattimento. La magia si è spezzata solo in finale, vinta per 2-0 dalla Germania.

La sconfitta nel match per il titolo non può certo ridimensionare la splendida campagna della 19enne tesserata per la Shirai di San Valentino Torio, che si è rivelata agli appassionati poco meno di un anno fa, aggiudicandosi il titolo italiano nella categoria fino a 68 kg.

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
Carmine Marino
Carmine Marino
Nato a Battipaglia nel 1986, dal 2004 si è occupato di cronaca, attualità, cultura e sport per «Il settimanale Unico» e «Il Quotidiano della Basilicata». Telecronista di calcio, basket, calcio a cinque e pallavolo per alcune televisioni locali del Basso Salernitano, dal 2016 è speaker di manifestazioni sportive amatoriali di atletica e ciclismo, per le quali cura anche le attività di ufficio stampa. Già collaboratore fisso del «Il Quotidiano del Sud - L'altravoce dei ventenni» e di ventiblog.com, attualmente è caporedattore di SalernoSport24 per gli sport di squadra e le discipline olimpiche. Dal 4 dicembre 2023, è iscritto all'albo dei giornalisti pubblicisti della Campania. Insegnante di italiano e storia nelle scuole superiori, ha pubblicato saggi e recensioni in volumi collettanei e su riviste di storia contemporanea. Dalla primavera del 2023 è socio della Società italiana di storia dello sport.
spot_img

Notizie popolari