HomeFrontpageNicola alla vigilia di Udinese-Salernitana

Nicola alla vigilia di Udinese-Salernitana

- Advertisment -

Davide Nicola ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della partita in Friuli. Il tecnico granata carica l’ambiente

Davide Nicola alla vigilia della partita

Il tecnico granata è intervenuto nella consueta conferenza stampa della vigilia. Domani si gioca Udinese-Salernitana e i campani hanno bisogno dei tre punti. L’allenatore piemontese ha le idee chiare e parte parlando di uno dei nuovi acquisti. Quanto segue è ciò che ha detto riguardo Boulaye Dia.

«Oggi abbiamo visto per la prima volta Boulaye Dia. Ieri abbiamo avuto un incontro con il direttore e devo dire che la squadra inizia a piacermi e stanno arrivando giocatori che ci possono dare una grande mano. Noi siamo soddisfatti, chiaro che la nostra intenzione in questo momento è quella di addensare quanto prima il lavoro svolto in ritiro. In poco tempo, per cercare di portare tutti al top. Questa è l’ambizione che dobbiamo avere ed è quello che mi aspetto anche dai giocatori, perché sono stati scelti uno per uno da noi. Ci piacciono, pensiamo possano avere delle qualità importanti per poter permettere alla Salernitana di raggiungere l’obiettivo che abbiamo».

Poi continua, parlando delle caratteristiche del senegalese: «Dia è un attaccante moderno, ormai non è che si possano incasellare in qualcosa di specifico. Nel calcio di oggi bisogna saper fare più cose, lui le sa fare, sa attaccare la profondità. Ha anche una discreta struttura fisica, da questo punto di vista è abituato anche a giocare come prima punta. È chiaro che anche a me piace l’idea di giocare attaccando gli spazi, non dando la possibilità di costruire un unico punto di riferimento e favoreggiando delle geometrie prestabilite». Spazio per parlare anche di due giocatori attualmente fermi: «Radovanovic e Bradaric credo che abbiano solo la necessità di continuare gli allenamenti e potersi integrare quanto prima. Se avessi bisogno di loro, però, non avrei alcun remore a buttarli dentro».


Ti potrebbero interessare anche:


In cosa deve migliorare la Salernitana?

Il tecnico granata è chiaro anche su cosa vuole dalla squadra: «Abbiamo bisogno e necessità di migliorare tutto. Lo avevamo già detto con l’analisi dopo la partita contro la Roma e da questo punto di vista, a me questo piace. Abbiamo la necessità di migliorare alcuni meccanismi. Dobbiamo migliorare la conquista degli spazi, la velocità con cui lo si fa, le scelte nell’ultimo terzo di campo. Stiamo cercando una certa fluidità, che è data solo dalla ripetizione, dalla percezione e dalla conoscenza dei comportamenti che vengono ripetuti senza più pensarci troppo».

Poi parla degli avversari di domani: «L’Udinese è una squadra molto forte, che ha avuto la capacità di costruire un proprio percorso e che è uno dei club più presenti in Serie A. Credo sia un club con una struttura ormai definita e consolidata. Che produce giocatori e che sa scegliere dal punto di vista dello scouting. Dovremo essere lucidi e pratici, cercando di avere una buona capacità di lettura degli spazi».

Qui il video completo:

Exit mobile version