venerdì 11 11 22
HomeFrontpageDanilo Iervolino: "Nicola è il nostro tecnico, avrebbe meritato il Best coach"

Danilo Iervolino: “Nicola è il nostro tecnico, avrebbe meritato il Best coach”

- Advertisment -spot_img

Solo ‘chiacchiere’ da bar, questo è quanto emerge dalle parole di Danilo Iervolino intervistato durante il Gran Galà del calcio italiano per quanto riguarda Davide Nicola.

Nicola ha la piena fiducia di Danilo Iervolino

Non che ce ne fosse bisogno, ma qualche volta può aiutare, aiutare sicuramente la piazza allarmata da voci estranee alla realtà. Questo è quanto certificano le parole di Iervolino, presidente della Salernitana, quando si parla del suo allenatore, Davide Nicola, il quale si esprime subito per quanto riguarda i meriti del tecnico piemontese: «Ha buttato il cuore oltre l’ostacolo e ha fatto un’impresa grandiosa. Anche Pioli lo meritava decisamente, ma secondo me l’impresa di Nicola sia addirittura superiore per certi versi, bravi entrambi».

Il primo tifoso era presente al Gran Galà del calcio italiano dove ha rilasciato queste dichiarazioni, riportate da Sport del Sud.

Una fiducia non in discussione

Bisogna dirlo, si è fin troppo bravi a far trasformare un fiato in una tormenta. Non si riesce ad esprimere con naturalezza un sentimento, un pensiero, che questi diventino subito materiale da strumentare. Ma le  parole di Iervolino hanno un’unica direzione, inequivocabili, certe: «Abbiamo piena fiducia in lui, è un grandissimo allenatore. Abbiamo elaborato insieme questo progetto e la squadra è stata costruita sul suo modulo, la sua idea e la sua strategia. È assolutamente con noi, vogliamo fare un anno importante, alcune partite come il 5-0 a Sassuolo, ci fanno riflettere, ma non è stato mai messo in discussione».

Obiettivo salvezza per Danilo Iervolino

No fenomeni prima, né brocchi poi. L’obiettivo è sempre quello della salvezza, e la Salernitana della 10ª giornata ha due punti in più rispetto a quella che nello scorso campionato chiuse a otto il girone d’andata. È un dato di fatto insomma, una risposta ai detrattori: «Abbiamo una squadra importante, una squadra che deve crescere, con tanti giovani e tanti talenti, ma è chiaro che è al primo anno quindi vogliamo stare con i piedi per terra e cercare di giocare un bel calcio e fare risultato a testa alta su ogni campo».

I nuovi eroi… granata

La Salernitana di quest’anno ha riunito sotto l’Ippocampo giovani promosse che hanno già un piede nel loro futuro. Per qualcun altro c’è ancora strada da fare: «Sta performando molto bene Dia, anche Daniliuc in difesa, ma ci sono tanti giocatori importanti, come Botheim e Valencia, tutti giovani e tutti promettenti. Se ho parlato alla squadra dopo la sconfitta con l’Inter? Perdere non è mai bello, ma è stata una partita aperta, abbiamo avuto occasioni importanti. L’Inter è una squadra fortissima, quindi non c’era da dire nulla, non sono certo queste le partite dove cercare i nostri punti per la salvezza».

- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

Notizie popolari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: