domenica 03 03 24
spot_img
HomeCalcioCovisoc: Chievo e Trapani ok, bocciato il Palermo, il Venezia fa festa
spot_img

Covisoc: Chievo e Trapani ok, bocciato il Palermo, il Venezia fa festa

spot_imgspot_img

Sono i verdetti della Covisoc sulle domande d’iscrizione presentate dai club di Serie B. Sia il Trapani che il Chievo, le due società in bilico, hanno avuto l’ok dell’organismo di vigilanza.

Covisoc: Chievo e Trapani ok, bocciato il Palermo, il Venezia fa festa

Bocciata ovviamente la domanda del Palermo, che non ha presentato né la fideiussione né tanto meno ha pagato i calciatori, e adesso dovrebbe ripartire dalla Serie D. Al suo posto adesso ci sarà il Venezia mentre nulla da fare per il Padova che aveva presentato la domanda di riammissione al prossimo campionato cadetto.

Sparisce cosi l’Unione Sportiva Palermo, nata nel 1987 dopo l’esclusione dai campionati professionistici per inadempienze finanziarie nel Settembre del 1986 della Società Sportiva Palermo. Come all’epoca adesso toccherà nuovamente al Sindaco Leoluca Orlando far ripartire il calcio nel capoluogo siciliano

Gli altri esiti della Covisoc

Foggia e Arzachena out dalla C. Buone possibilità anche per la Reggio Audace. Già senza Lucchese, Siracusa e Albissola la Serie C presto diventerà orfana anche del Venezia. In questo modo sarebbero sei i posti liberi in Lega Pro. Tre saranno colmati tramite la riammissione delle retrocesse virtuose Virtus Verona, Fano e Bisceglie (che ha completato i lavori allo stadio proprio oggi pomeriggio). I restanti tre se li spartiranno Modena, Audace Cerignola e Reggiana, gli unici club di D che hanno deciso di richiedere il ripescaggio. Sullo sfondo resta in attesa la Paganese: i campani hanno presentato domanda di riammissione sperando che una delle altre retrocesse possa essere bocciata o che la domanda dell’Arzachena venga considerata nulla e non incompleta.

Il segretario generale Nicola Simonelli oggi era a Roma per presentare i primi documenti alla FIGC (contributo straordinario da 300mila euro e gli atti realitivi all’utilizzo del “Città del Tricolore”) mentre domani viaggerà verso Firenze dove (entro le ore 13) dovrà consegnare le due fideiussioni da 300mila e 350mila euro oltre alla tassa d’iscrizione da 75mila euro (i restanti 30mila saranno saldati in un secondo momento). Entro l’8 luglio le società bocciate dalla Covisoc avranno l’opportunità di presentare eventuali ricorsi (senza integrare nuovi documenti) mentre l’11 luglio lo stesso organo federale comunicherà i suoi verdetti al Consiglio della FIGC che venerdì 12 luglio sancirà l’organico completo dei prossimi campionati di Serie A, B e C.

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
- Advertisment -spot_imgspot_img

Notizie popolari

spot_img

Covisoc: Chievo e Trapani ok, bocciato il Palermo, il Venezia fa festa

spot_imgspot_img

Sono i verdetti della Covisoc sulle domande d’iscrizione presentate dai club di Serie B. Sia il Trapani che il Chievo, le due società in bilico, hanno avuto l’ok dell’organismo di vigilanza.

Covisoc: Chievo e Trapani ok, bocciato il Palermo, il Venezia fa festa

Bocciata ovviamente la domanda del Palermo, che non ha presentato né la fideiussione né tanto meno ha pagato i calciatori, e adesso dovrebbe ripartire dalla Serie D. Al suo posto adesso ci sarà il Venezia mentre nulla da fare per il Padova che aveva presentato la domanda di riammissione al prossimo campionato cadetto.

Sparisce cosi l’Unione Sportiva Palermo, nata nel 1987 dopo l’esclusione dai campionati professionistici per inadempienze finanziarie nel Settembre del 1986 della Società Sportiva Palermo. Come all’epoca adesso toccherà nuovamente al Sindaco Leoluca Orlando far ripartire il calcio nel capoluogo siciliano

Gli altri esiti della Covisoc

Foggia e Arzachena out dalla C. Buone possibilità anche per la Reggio Audace. Già senza Lucchese, Siracusa e Albissola la Serie C presto diventerà orfana anche del Venezia. In questo modo sarebbero sei i posti liberi in Lega Pro. Tre saranno colmati tramite la riammissione delle retrocesse virtuose Virtus Verona, Fano e Bisceglie (che ha completato i lavori allo stadio proprio oggi pomeriggio). I restanti tre se li spartiranno Modena, Audace Cerignola e Reggiana, gli unici club di D che hanno deciso di richiedere il ripescaggio. Sullo sfondo resta in attesa la Paganese: i campani hanno presentato domanda di riammissione sperando che una delle altre retrocesse possa essere bocciata o che la domanda dell’Arzachena venga considerata nulla e non incompleta.

Il segretario generale Nicola Simonelli oggi era a Roma per presentare i primi documenti alla FIGC (contributo straordinario da 300mila euro e gli atti realitivi all’utilizzo del “Città del Tricolore”) mentre domani viaggerà verso Firenze dove (entro le ore 13) dovrà consegnare le due fideiussioni da 300mila e 350mila euro oltre alla tassa d’iscrizione da 75mila euro (i restanti 30mila saranno saldati in un secondo momento). Entro l’8 luglio le società bocciate dalla Covisoc avranno l’opportunità di presentare eventuali ricorsi (senza integrare nuovi documenti) mentre l’11 luglio lo stesso organo federale comunicherà i suoi verdetti al Consiglio della FIGC che venerdì 12 luglio sancirà l’organico completo dei prossimi campionati di Serie A, B e C.

spot_img
- Advertisment -spot_imgspot_img

Notizie popolari

Covisoc: Chievo e Trapani ok, bocciato il Palermo, il Venezia fa festa

spot_img

Sono i verdetti della Covisoc sulle domande d’iscrizione presentate dai club di Serie B. Sia il Trapani che il Chievo, le due società in bilico, hanno avuto l’ok dell’organismo di vigilanza.

Covisoc: Chievo e Trapani ok, bocciato il Palermo, il Venezia fa festa

Bocciata ovviamente la domanda del Palermo, che non ha presentato né la fideiussione né tanto meno ha pagato i calciatori, e adesso dovrebbe ripartire dalla Serie D. Al suo posto adesso ci sarà il Venezia mentre nulla da fare per il Padova che aveva presentato la domanda di riammissione al prossimo campionato cadetto.

Sparisce cosi l’Unione Sportiva Palermo, nata nel 1987 dopo l’esclusione dai campionati professionistici per inadempienze finanziarie nel Settembre del 1986 della Società Sportiva Palermo. Come all’epoca adesso toccherà nuovamente al Sindaco Leoluca Orlando far ripartire il calcio nel capoluogo siciliano

Gli altri esiti della Covisoc

Foggia e Arzachena out dalla C. Buone possibilità anche per la Reggio Audace. Già senza Lucchese, Siracusa e Albissola la Serie C presto diventerà orfana anche del Venezia. In questo modo sarebbero sei i posti liberi in Lega Pro. Tre saranno colmati tramite la riammissione delle retrocesse virtuose Virtus Verona, Fano e Bisceglie (che ha completato i lavori allo stadio proprio oggi pomeriggio). I restanti tre se li spartiranno Modena, Audace Cerignola e Reggiana, gli unici club di D che hanno deciso di richiedere il ripescaggio. Sullo sfondo resta in attesa la Paganese: i campani hanno presentato domanda di riammissione sperando che una delle altre retrocesse possa essere bocciata o che la domanda dell’Arzachena venga considerata nulla e non incompleta.

Il segretario generale Nicola Simonelli oggi era a Roma per presentare i primi documenti alla FIGC (contributo straordinario da 300mila euro e gli atti realitivi all’utilizzo del “Città del Tricolore”) mentre domani viaggerà verso Firenze dove (entro le ore 13) dovrà consegnare le due fideiussioni da 300mila e 350mila euro oltre alla tassa d’iscrizione da 75mila euro (i restanti 30mila saranno saldati in un secondo momento). Entro l’8 luglio le società bocciate dalla Covisoc avranno l’opportunità di presentare eventuali ricorsi (senza integrare nuovi documenti) mentre l’11 luglio lo stesso organo federale comunicherà i suoi verdetti al Consiglio della FIGC che venerdì 12 luglio sancirà l’organico completo dei prossimi campionati di Serie A, B e C.

spot_img

Notizie popolari