martedì 24 01 23
HomeFrontpageChe cos’è la fibra ottica?

Che cos’è la fibra ottica?

- Advertisment -spot_img

Negli ultimi anni sentiamo tanto parlare di Fibra Ottica in televisione e sul web, ma cos’è la fibra ottica e cos’ha di diverso dalle altre tecnologie?

La Fibra Ottica o, per essere più precisi, il cavo in Fibra Ottica rappresenta quella tecnologia di trasmissione dati che ti permette di raggiungere un’elevata velocità di navigazione in internet, a casa come in azienda.

Un po’ di storia della fibra ottica

Se pensate che si tratti di un’invenzione molto recente, probabilmente ignorate che l’utilizzo dei cavi in fibra ottica risale già al lontano 1956 quando vennero impiegati per la prima volta per uso medico, per costruire un gastroscopio. All’epoca, però, i dati trasmessi all’interno della fibra non erano in grado di percorrere grandi distanze.

Nel 1966 Charles Kao, ricercatore dello Standard Telecommunication Laboratory, pubblicò un articolo che dimostrava che l’affievolimento del segnale nelle lunghe distanze dipendeva da impurità presenti nel vetro con cui venivano prodotte le fibre.

Questa scoperta aprì ufficialmente le porte del mondo TLC alla fibra ottica.

Quattro anni più tardi, infatti, l’azienda statunitense Corning Glass produsse una fibra ottica con un vetro sostanzialmente privo di impurità, capace di percorrere lunghe distanze – molto più di quanto già fatto dal rame.

Da quel momento in poi, lo sviluppo e l’impiego della fibra ottica fecero passi da gigante, fino a giungere al 1988 quando fu anche utilizzata nella realizzazione del primo cavo telefonico transatlantico e tre anni più tardi vennero sviluppate le prime fibre ottiche a cristalli fotonici.

La fibra ottica quando è arrivata in Italia?

Già nel 1977, l’Istituto di Ricerca CSELT (Centro Studi E Laboratori Telecomunicazioni), centro nevralgico della ricerca in Italia, cablò in fibra ottica Torino, la città sede dell’Istituto.

Soltanto negli anni Novanta, quasi vent’anni più tardi, fu avviato l’ambizioso Progetto Socrate. Un piano ambizioso di Telecom Italia volto a portare la fibra ottica in dieci milioni di case e su tutto il territorio del Belpaese.

L’investimento previsto ammontava a circa 13.000 miliardi delle vecchie lire e le prime città cablate furono Bari, Venezia, Siena e San Gimignano. Purtroppo, motivazioni di natura finanziaria e il successo dell’ADSL fecero naufragare il progetto nel 1997. Furono spesi 5.000 miliardi del vecchio conio e furono cablate solo 1,5 milioni di abitazioni.

Nel 2001 fu realizzata Metrocore, una rete che collegava il CNR all’Università di Pisa. Oggi a questa rete sono collegate anche la Questura, la Pretura e il centro abitato della città toscana.

Oggi l’Italia sta puntando molto sulla digitalizzazione e un obiettivo definito “cruciale” dal Governo italiano è quello di fornire, entro il 2026, una connessione in fibra ottica a tutti i cittadini.

 La Fibra ottica di Convergenze

Convergenze S.p.A. Società benefit è un operatore di tecnologia nazionale integrato che opera con tutte le tecnologie di accesso possibili, in wholesale su rete di altri operatori e soprattutto con tecnologie Wireless UWA e su reti in fibra ottica proprietarie, realizzate grazie all’Autorizzazione Generale per la realizzazione di reti per la Comunicazione Elettronica ottenuta nel 2014.

L’azienda ha posato più di 7.000 chilometri di fibra ottica utilizzando tecniche di scavo che rispettano l’ambiente e la salute dei cittadini dei Comuni del Cilento e abbattendo così il digital divide. A partire dal 2022 inoltre, con l’introduzione della nuovissima tecnologia XGS-PON, dalla capacità di trasporto infinita, tutti i clienti possono navigare in Internet con una velocità fino a 5 Gb/s e oltre.

Convergenze è la multiutility a prova di futuro!

- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

Notizie popolari