mercoledì 23 11 22
HomeSportBASKETUna coppia salernitana al comando della B femminile

Una coppia salernitana al comando della B femminile

- Advertisment -spot_img

La Serie B femminile di basket si è lasciata alle spalle la sesta giornata della prima fase. Le tre salernitane hanno presidiato il sabato sera.

La 6ª giornata della Serie B femminile di basket

Il campionato di basket di Serie B femminile ha ripreso la sua marcia con gli incontri della sesta di campionato.

A braccia alzate, nonostante i tanti infortuni: il New Basket Agropoli conserva intonsa la casella delle sconfitte, superando in un finale incertissimo il Basket Fasano per 62-59.

Con le titolari Castelli, Federica Chiovato e Milani rimaste a riposo, Federica Di Pace chiama a raccolta le ragazze delle giovanili per rimpolpare le rotazioni. Come se non bastasse, l’infortunio di Chiapperino dopo 10″ di gioco priva le tirreniche di una preziosa carta da giocare sia sul perimetro, sia in penetrazione.

Seppure in credito con la cattiva sorte, Agropoli/Battipaglia parte di buona lena, portandosi sul 6-2 per merito di Zanetti e Feoli. Le pugliesi sfruttano il vantaggio fisico sotto i tabelloni per collezionare rimbalzi e nuove opportunità di tiro, portandosi avanti con Tagliamento (8-9). Nella seconda metà del quarto, però, il New Basket prende slancio grazie alle specialiste Lombardi e Catarozzo. 17-11 alla prima pausa.

Al buon lavoro di Zanetti nel cuore dell’area brindisina si sovrappone il prezioso contributo delle giocatrici in uscita dalla panchina: Cavallo prende la mira dall’arco e segna il canestro del +7 (22-15). Sfiorata la doppia cifra di vantaggio, la squadra di casa perde smalto contro la zona schierata da coach Olive. Fasano ne approfitta per riportarsi a contatto con il New Basket con le accelerazioni vincenti di Tamborrino e Spagnolo. 31-29 sul tabellone.

Le triple della coppia De Feo-Feoli sembrano mettere le ali ad Agropoli che, tuttavia, perde per un infortunio al braccio anche Zanetti. Il lungo riposo concesso a Seka lascia il quintetto in rosa senza punti di riferimento a ridosso dei ferri. Ed è così che le brindisine annullano lo scarto: Tagliamento cede il testimone a Spagnolo, parità a 38. A questo punto, torna utile la mira dalla distanza: Feoli e Lombardi timbrano il nuovo +5. 46-41.

Il Basket Fasano non è affatto disorientato dalla zampata di Agropoli: Laera risponde a Lombardi prima che Tagliamento ristabilisca l’equilibrio a quota 48. Le pink ladies appaiono chiaramente in affanno sui due lati del campo: la tripla di Porcu e il 2/2 di Laera fruttano il momentaneo +5 esterno: 48-53.

Agropoli si ricompatta nel momento più difficile, affidandosi alle sue giocatrici più rodate, De Feo e Seka: sorpasso sul 56-55. Il 2/2 di Spagnolo riporta avanti le ospiti, cui risponde ancora De Feo. Ultimi 60″: Mangione sfida la difesa e pareggia ancora a 59, quindi Seka appoggia al ferro il pallone del nuovo +2. Fasano ha l’ultimo possesso per il supplementare, ma Mangione manca il bersaglio.


Potrebbe interessarti anche:


Salerno supera anche Catanzaro

Due punti per restare a contatto con Agropoli/Battipaglia: la Nasce Un Sorriso Salerno dura non poca fatica per battere un’ottima Edilizia Innovativa Catanzaro, rimasta in partita fino agli ultimi 2′ di gioco nonostante lo scarto in doppia cifra. 77-65 per le ragazze guidate da Aldo Russo.

Benché le premesse siano buone (a segno Lucchesini e Orchi per il momentaneo 5-3), le calabresi si danno decisamente da fare: l’intesa tra Codispoti e Riccotti consegna addirittura 4 punti di vantaggio a Catanzaro, che ingaggia un breve testa a testa con le granata prima di incassare un parziale di 9-0 per mano di Scolpini e Lucchesini. 24-14 dopo i primi 10′.

Tutto lascia presagire una comoda fuga quando il tandem appulo Blasi-De Mitri confeziona il nuovo massimo vantaggio (30-14). Eppure, le biancorosse di coach Chiarella raddoppiano gli sforzi pur di restare in partita, risalendo fino al -12 (34-22) con i canestri di Diop e Bellassi. Tuttavia, le salernitane conservano un ampio margine di sicurezza anche in vista della boa di metà gara: Lucchesini e De Mitri segnano i punti del 40-25.

Dopo aver scollinato a +20 grazie a Orchi e Opacic (48-28), la Nasce Un Sorriso concede qualche scampolo di gloria a una brillante Riccotti prima di aumentare ancora il passo sull’asse Opacic-Dione. A Lucchesini il compito di sigillare dai 6.75 il 59-40 sancito dal segnapunti alla fine della terza ripresa.

Eppure, i pericoli sono sempre dietro l’angolo: dopo una gara di sacrificio, Catanzaro ritrova la sua miglior giocatrice, Giorgia Codispoti. I suoi attacchi sorprendono a turno le lunghe e le esterne di casa, perciò costrette a spendere più di un fallo per fermarla. Un canestro dopo l’altro, Codispoti conduce la Edilizia Innovativa fino al -10 (71-61). I brividi vanno via soltanto dopo un’incursione in area di Opacic e una rapida transizione di Orchi.

Angri si spegne a Potenza

Un’altra, brutta sbandata dopo il KO nel derby: la Angri Pallacanestro imita la parabola dei colleghi della Serie C Gold, incassando una sconfitta pesante in casa della Basilia Potenza. 70-50 il verdetto del PalaPergola.

La partenza lanciata delle padrone di casa (16-5 sul tabellone dopo i primi 5′) mette in allarme il quintetto dell’Agro, che si rifà sotto grazie a una generosa Sapienza. Sotto di 4 lunghezze alla fine del primo quarto (18-14), la Angri Pallacanestro ricuce lo strappo con Manna prima di portarsi al comando con i centri della sua leader offensiva. Tuttavia, la Basilia resta pienamente in corsa: Babych e Shmatova fissano la parità a quota 27.

Tanti errori al ritorno sul parquet prima che le potentine imprimano una svolta decisa alla serata dalla grande distanza: Shmatova duetta con Mastrototaro, che avvicina di nuovo la sua squadra alla soglia della doppia cifra di vantaggio. In grande difficoltà anche dalle parti del tabellone, Angri si rifugia anch’essa nel tiro pesante: tocca a Capriati ridurre le distanze fino al -5 (42-37).

A questo punto, sarebbe più che lecito attendersi un finale punto a punto. E invece, la Basilia spacca in due la partita: le ucraine Babych e Shmatova si dividono tra il perimetro e la sempre più fragile area biancorossa, Mastrototaro completa l’opera dai 6.75 e impone l’alt al quintetto di coach Iannone.

Le altre gare e la classifica

Serie B femminile, 6ª giornata
12.11.22 18:00 NWB Casalnuovo 48-91 Ferraro Group Ariano Irpino
12.11.22 19:00 Basilia Potenza 70-50 Angri Pallacanestro
12.11.22 19:00 Basket Stabia 59-24 Giustino Fortunato Benevento
12.11.22 19:30 Nasce Un Sorriso Salerno 77-65 Edilizia Innovativa Catanzaro
12.11.22 20:00 New Basket Agropoli 62-59 Basket Fasano
17.11.22 19:00 New CAP Marigliano 53-82 Partenope Sant’Antimo

Classifica 
#   Pt G V P
1 New Basket Agropoli 10 5 5 0
2 Nasce Un Sorriso Salerno 10 6 5 1
3 Ferraro Group Ariano Irpino 8 6 5 1
4 Basilia Potenza 8 5 4 1
5 Angri Pallacanestro 8 6 4 2
6 Edilizia Innovativa Catanzaro 6 5 3 2
7 Partenope Sant’Antimo 6 6 2 4
8 Basket Fasano 4 6 2 4
9 NWB Casalnuovo 4 6 2 4
10 Basket Stabia 2 6 1 5
11 New CAP Marigliano 0 6 0 6
12 Giustino Fortunato Benevento 0 6 0 6
Carmine Marino
Carmine Marino
Nato a Battipaglia nel 1986, dal 2004 si è occupato di cronaca, attualità, cultura e sport per «Il settimanale Unico» e «Il Quotidiano della Basilicata». Telecronista di calcio, basket, calcio a cinque e pallavolo per 105 Tv, Kosmos Tv e Italia2, dal 2016 è speaker di manifestazioni sportive amatoriali di ciclismo e atletica. Attualmente collabora con «Il Quotidiano del Sud - L'altravoce dei ventenni», ventiblog.com e Salerno Sport 24. Insegnante di italiano e storia nelle scuole superiori, ha pubblicato saggi e recensioni su riviste di storia contemporanea.
- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

Notizie popolari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: