martedì 27 02 24
spot_img
HomeFrontpageAtalanta-Salernitana, granata chiamati a reagire dopo una settimana di fuoco
spot_img

Atalanta-Salernitana, granata chiamati a reagire dopo una settimana di fuoco

spot_imgspot_img

L’ennesima sconfitta in campionato contro il Bologna e lo sfogo del presidente Iervolino potrebbero far scattare qualcosa negli uomini di Inzaghi, ma la trasferta a Bergamo è delle più ostiche.

Salernitana nella tana dell’Atalanta

La sfida tra Atalanta e Salernitana, in programma lunedì sera alle 20:45 al Gewiss Stadium, chiude di fatto la 16ª giornata di Serie A. Si tratta di un match che, sulla carta, sembra davvero non avere storia. Gli orobici sono ampiamente favoriti in questo turno casalingo contro l’ultima in classifica e, infatti, le quote calcio delle partite disponibili su Sportytrader lo confermano ampiamente. La vittoria della Dea è proposta a una quota molto bassa e i bookies sono anche dell’idea che ci saranno tanti gol.

La Salernitana si trova a dover affrontare una trasferta molto difficile e i dati non sono incoraggianti perché la formazione campana non ha ancora mai vinto lontano dall’Arechi quest’anno: 2 pareggi e 5 sconfitte su 7 sfide disputate fuori casa. L’arrivo in panchina di Filippo Inzaghi sembrava aver portato a una piccola svolta con i risultati positivi contro Sassuolo e Lazio, ma i due ko con Fiorentina e Bologna hanno spento di nuovo l’entusiasmo. Il presidente Iervolino in settimana ha rilasciato dichiarazioni pesanti assicurando che manderà via tutti coloro che non danno il massimo. Il problema principale di questa squadra rimane la difesa, la peggiore del campionato fin qui, e senza risolvere questa situazione le chance di salvezza sono praticamente nulle.

Dall’altra parte l’Atalanta è pienamente inserita nella bagarre per la corsa al quarto posto e ha bisogno di un’altra vittoria per alimentare le speranze di arrivare in Champions League. La squadra di Gian Piero Gasperini è reduce da una vittoria entusiasmante nel finale contro il Milan per 3-2 e spera di approfittare del doppio turno tra le mura amiche per inanellare una striscia positiva. I bergamaschi potrebbero però risentire delle fatiche europee perché in settimana sono stati impegnati nella trasferta di Europa League in Polonia contro il Rakow.

Andiamo allora a dare un’occhiata alle statistiche e ai precedenti. L’Atalanta ha subito ben 6 gol nelle ultime tre sfide al Gewiss e questo deve dare coraggio alla Salernitana nel provare a sfruttare le amnesie del reparto arretrato della Dea. Le due difese concedono tanto ultimamente e anche l’ultimo confronto a Bergamo va in questa direzione, visto che i nerazzurri in quella occasione si imposero addirittura per 8-2. In realtà, tuttavia, negli ultimi 5 scontri diretti, quello è stato l’unico caso in cui si sono visti tanti gol.

Passiamo quindi alle probabili formazioni. Nei padroni di casa è emergenza in difesa con le assenze di Palomino, Toloi e probabilmente anche Kolasinac. Gasperini è dunque costretto ad abbassare De Roon nel terzetto arretrato, mentre in mediana spazio a Ederson e Koopmeiners. In avanti Pasalic con Lookman e De Ketelaere, dato che Scamacca è infortunato. Sugli esterni Zappacosta e Ruggeri. Per gli ospiti c’è sempre Costil tra i pali perché Ochoa è ancora indisponibile. Nei tre dietro, Daniliuc con Gyomber e Pirola e Mazzocchi e Bradaric da quinti di centrocampo. In mezzo Bohinen è il favorito per affiancare Coulibaly, mentre sulla trequarti agiranno Candreva e Kastanos alle spalle dell’unica punta, Boulaye Dia.

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
- Advertisment -spot_imgspot_img

Notizie popolari

spot_img

Atalanta-Salernitana, granata chiamati a reagire dopo una settimana di fuoco

spot_imgspot_img

L’ennesima sconfitta in campionato contro il Bologna e lo sfogo del presidente Iervolino potrebbero far scattare qualcosa negli uomini di Inzaghi, ma la trasferta a Bergamo è delle più ostiche.

Salernitana nella tana dell’Atalanta

La sfida tra Atalanta e Salernitana, in programma lunedì sera alle 20:45 al Gewiss Stadium, chiude di fatto la 16ª giornata di Serie A. Si tratta di un match che, sulla carta, sembra davvero non avere storia. Gli orobici sono ampiamente favoriti in questo turno casalingo contro l’ultima in classifica e, infatti, le quote calcio delle partite disponibili su Sportytrader lo confermano ampiamente. La vittoria della Dea è proposta a una quota molto bassa e i bookies sono anche dell’idea che ci saranno tanti gol.

La Salernitana si trova a dover affrontare una trasferta molto difficile e i dati non sono incoraggianti perché la formazione campana non ha ancora mai vinto lontano dall’Arechi quest’anno: 2 pareggi e 5 sconfitte su 7 sfide disputate fuori casa. L’arrivo in panchina di Filippo Inzaghi sembrava aver portato a una piccola svolta con i risultati positivi contro Sassuolo e Lazio, ma i due ko con Fiorentina e Bologna hanno spento di nuovo l’entusiasmo. Il presidente Iervolino in settimana ha rilasciato dichiarazioni pesanti assicurando che manderà via tutti coloro che non danno il massimo. Il problema principale di questa squadra rimane la difesa, la peggiore del campionato fin qui, e senza risolvere questa situazione le chance di salvezza sono praticamente nulle.

Dall’altra parte l’Atalanta è pienamente inserita nella bagarre per la corsa al quarto posto e ha bisogno di un’altra vittoria per alimentare le speranze di arrivare in Champions League. La squadra di Gian Piero Gasperini è reduce da una vittoria entusiasmante nel finale contro il Milan per 3-2 e spera di approfittare del doppio turno tra le mura amiche per inanellare una striscia positiva. I bergamaschi potrebbero però risentire delle fatiche europee perché in settimana sono stati impegnati nella trasferta di Europa League in Polonia contro il Rakow.

Andiamo allora a dare un’occhiata alle statistiche e ai precedenti. L’Atalanta ha subito ben 6 gol nelle ultime tre sfide al Gewiss e questo deve dare coraggio alla Salernitana nel provare a sfruttare le amnesie del reparto arretrato della Dea. Le due difese concedono tanto ultimamente e anche l’ultimo confronto a Bergamo va in questa direzione, visto che i nerazzurri in quella occasione si imposero addirittura per 8-2. In realtà, tuttavia, negli ultimi 5 scontri diretti, quello è stato l’unico caso in cui si sono visti tanti gol.

Passiamo quindi alle probabili formazioni. Nei padroni di casa è emergenza in difesa con le assenze di Palomino, Toloi e probabilmente anche Kolasinac. Gasperini è dunque costretto ad abbassare De Roon nel terzetto arretrato, mentre in mediana spazio a Ederson e Koopmeiners. In avanti Pasalic con Lookman e De Ketelaere, dato che Scamacca è infortunato. Sugli esterni Zappacosta e Ruggeri. Per gli ospiti c’è sempre Costil tra i pali perché Ochoa è ancora indisponibile. Nei tre dietro, Daniliuc con Gyomber e Pirola e Mazzocchi e Bradaric da quinti di centrocampo. In mezzo Bohinen è il favorito per affiancare Coulibaly, mentre sulla trequarti agiranno Candreva e Kastanos alle spalle dell’unica punta, Boulaye Dia.

spot_img
- Advertisment -spot_imgspot_img

Notizie popolari

Atalanta-Salernitana, granata chiamati a reagire dopo una settimana di fuoco

spot_img

L’ennesima sconfitta in campionato contro il Bologna e lo sfogo del presidente Iervolino potrebbero far scattare qualcosa negli uomini di Inzaghi, ma la trasferta a Bergamo è delle più ostiche.

Salernitana nella tana dell’Atalanta

La sfida tra Atalanta e Salernitana, in programma lunedì sera alle 20:45 al Gewiss Stadium, chiude di fatto la 16ª giornata di Serie A. Si tratta di un match che, sulla carta, sembra davvero non avere storia. Gli orobici sono ampiamente favoriti in questo turno casalingo contro l’ultima in classifica e, infatti, le quote calcio delle partite disponibili su Sportytrader lo confermano ampiamente. La vittoria della Dea è proposta a una quota molto bassa e i bookies sono anche dell’idea che ci saranno tanti gol.

La Salernitana si trova a dover affrontare una trasferta molto difficile e i dati non sono incoraggianti perché la formazione campana non ha ancora mai vinto lontano dall’Arechi quest’anno: 2 pareggi e 5 sconfitte su 7 sfide disputate fuori casa. L’arrivo in panchina di Filippo Inzaghi sembrava aver portato a una piccola svolta con i risultati positivi contro Sassuolo e Lazio, ma i due ko con Fiorentina e Bologna hanno spento di nuovo l’entusiasmo. Il presidente Iervolino in settimana ha rilasciato dichiarazioni pesanti assicurando che manderà via tutti coloro che non danno il massimo. Il problema principale di questa squadra rimane la difesa, la peggiore del campionato fin qui, e senza risolvere questa situazione le chance di salvezza sono praticamente nulle.

Dall’altra parte l’Atalanta è pienamente inserita nella bagarre per la corsa al quarto posto e ha bisogno di un’altra vittoria per alimentare le speranze di arrivare in Champions League. La squadra di Gian Piero Gasperini è reduce da una vittoria entusiasmante nel finale contro il Milan per 3-2 e spera di approfittare del doppio turno tra le mura amiche per inanellare una striscia positiva. I bergamaschi potrebbero però risentire delle fatiche europee perché in settimana sono stati impegnati nella trasferta di Europa League in Polonia contro il Rakow.

Andiamo allora a dare un’occhiata alle statistiche e ai precedenti. L’Atalanta ha subito ben 6 gol nelle ultime tre sfide al Gewiss e questo deve dare coraggio alla Salernitana nel provare a sfruttare le amnesie del reparto arretrato della Dea. Le due difese concedono tanto ultimamente e anche l’ultimo confronto a Bergamo va in questa direzione, visto che i nerazzurri in quella occasione si imposero addirittura per 8-2. In realtà, tuttavia, negli ultimi 5 scontri diretti, quello è stato l’unico caso in cui si sono visti tanti gol.

Passiamo quindi alle probabili formazioni. Nei padroni di casa è emergenza in difesa con le assenze di Palomino, Toloi e probabilmente anche Kolasinac. Gasperini è dunque costretto ad abbassare De Roon nel terzetto arretrato, mentre in mediana spazio a Ederson e Koopmeiners. In avanti Pasalic con Lookman e De Ketelaere, dato che Scamacca è infortunato. Sugli esterni Zappacosta e Ruggeri. Per gli ospiti c’è sempre Costil tra i pali perché Ochoa è ancora indisponibile. Nei tre dietro, Daniliuc con Gyomber e Pirola e Mazzocchi e Bradaric da quinti di centrocampo. In mezzo Bohinen è il favorito per affiancare Coulibaly, mentre sulla trequarti agiranno Candreva e Kastanos alle spalle dell’unica punta, Boulaye Dia.

spot_img

Notizie popolari