venerdì 01 03 24
spot_img
HomeFrontpageL'almanacco dello Sport: il 6 febbraio 1945, moriva Kertesz. Portò i granata...
spot_img

L’almanacco dello Sport: il 6 febbraio 1945, moriva Kertesz. Portò i granata in B

spot_imgspot_img

L’almanacco dello Sport tra eventi, personaggi e successi. Ripercorriamo cosa accadeva, nel tempo, oggi. Un viaggio in rewind alla scoperta e riscoperta di tante curiosità. Oggi ci ricorda il giorno della morte di Géza Kertész, conosciuto anche come lo “Schindler del Catania”.

Almanacco dello Sport: oggi moriva Kertész

tomasz-geza-kertesz
Tomasz Géza Kertész | ph: web

1945 – Un eroe di guerra, questi era Géza Kertész, ex allenatore della Salernitana (in due occasioni) che portò in B quando questi indossavano la maglia dell’albiceleste. Un passato da giocatore nel Ferencváros, un piccolo passaggio nella nazionale ungherese, e poi nomade per l’Italia. Allo scoppio della guerra tornò in patria dove fu tenente colonnello dell’esercito ungherese. Con il suo collega di spogliatoi István Tóth, organizzò l’evasione di ebrei e prigionieri dai campi nazisti. Fu catturato nel dicembre del ’45, fu poi fucilato con Tóth nell’atrio del Palazzo Reale di Buda pochi giorni prima della liberazione di Budapest. A Catania, luogo in cui ha lasciato un ricordo indelebile, è dedicata una strada nella zona nord-ovest del capoluogo.

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
- Advertisment -spot_imgspot_img

Notizie popolari

spot_img

L’almanacco dello Sport: il 6 febbraio 1945, moriva Kertesz. Portò i granata in B

spot_imgspot_img

L’almanacco dello Sport tra eventi, personaggi e successi. Ripercorriamo cosa accadeva, nel tempo, oggi. Un viaggio in rewind alla scoperta e riscoperta di tante curiosità. Oggi ci ricorda il giorno della morte di Géza Kertész, conosciuto anche come lo “Schindler del Catania”.

Almanacco dello Sport: oggi moriva Kertész

tomasz-geza-kertesz
Tomasz Géza Kertész | ph: web

1945 – Un eroe di guerra, questi era Géza Kertész, ex allenatore della Salernitana (in due occasioni) che portò in B quando questi indossavano la maglia dell’albiceleste. Un passato da giocatore nel Ferencváros, un piccolo passaggio nella nazionale ungherese, e poi nomade per l’Italia. Allo scoppio della guerra tornò in patria dove fu tenente colonnello dell’esercito ungherese. Con il suo collega di spogliatoi István Tóth, organizzò l’evasione di ebrei e prigionieri dai campi nazisti. Fu catturato nel dicembre del ’45, fu poi fucilato con Tóth nell’atrio del Palazzo Reale di Buda pochi giorni prima della liberazione di Budapest. A Catania, luogo in cui ha lasciato un ricordo indelebile, è dedicata una strada nella zona nord-ovest del capoluogo.

spot_img
- Advertisment -spot_imgspot_img

Notizie popolari

L’almanacco dello Sport: il 6 febbraio 1945, moriva Kertesz. Portò i granata in B

spot_img

L’almanacco dello Sport tra eventi, personaggi e successi. Ripercorriamo cosa accadeva, nel tempo, oggi. Un viaggio in rewind alla scoperta e riscoperta di tante curiosità. Oggi ci ricorda il giorno della morte di Géza Kertész, conosciuto anche come lo “Schindler del Catania”.

Almanacco dello Sport: oggi moriva Kertész

tomasz-geza-kertesz
Tomasz Géza Kertész | ph: web

1945 – Un eroe di guerra, questi era Géza Kertész, ex allenatore della Salernitana (in due occasioni) che portò in B quando questi indossavano la maglia dell’albiceleste. Un passato da giocatore nel Ferencváros, un piccolo passaggio nella nazionale ungherese, e poi nomade per l’Italia. Allo scoppio della guerra tornò in patria dove fu tenente colonnello dell’esercito ungherese. Con il suo collega di spogliatoi István Tóth, organizzò l’evasione di ebrei e prigionieri dai campi nazisti. Fu catturato nel dicembre del ’45, fu poi fucilato con Tóth nell’atrio del Palazzo Reale di Buda pochi giorni prima della liberazione di Budapest. A Catania, luogo in cui ha lasciato un ricordo indelebile, è dedicata una strada nella zona nord-ovest del capoluogo.

spot_img

Notizie popolari