mercoledì 24 07 24
spot_img
HomeEsclusiveEx presidente Salernitana, Aniello Aliberti: "Sistema calcio Italiano è malato"
spot_img

Ex presidente Salernitana, Aniello Aliberti: “Sistema calcio Italiano è malato”

spot_img
spot_img

In occasione di Milan-Salernitana, gara valida per la 16ª giornata di Serie A, abbiamo raggiunto telefonicamente l’ex presidente della Salernitana, Aniello Aliberti.

Salernitana, Aliberti: “Nessuna stima per l’attuale società”

Aniello Aliberti ex presidente della Salernitana, ci ha parlato della situazione attuale Salernitana e del mondo calcio ad oggi. Le sue parole.

Un pensiero sul ‘suo’ Milan-Salernitana, che ricordi ha di quegli anni?

«I ricordi sono bellissimi. Sono state due partite una più bella dell’altra, li abbiamo fatti tremare, anche se le abbiamo perse entrambe ma, sicuramente, il ritorno in casa a MIlano fu spettacolare. Quel Milan tremò veramente, un grande Milan, non come queste squadrette di oggi».

Che idea si è fatto riguardo al calo del livello calcistico italiano?

«Il livello calcistico italiano è calato moltissimo, dal punto di vista qualitativo, la differenza è abissale. È tutto il complesso che ormai non funziona, basta vedere le squadre di oggi come sono indebitate e in che condizioni versano».

Nel penultimo anno di presidenza l’allenatore era l’attuale tecnico del Milan, Stefano Pioli, cosa ne pensa di lui?

«Stefano Pioli lo prendemmo dalla Primavera del Chievo, la scelta fu del direttore sportivo, Carmine Longo, molto bravo ad individuarlo e a decidere di scommettere su di lui. Come in genere avviene, questa è la gavetta che molta gente non fa più. Anzi, Pioli fu pure fortunato perché balzò dalla Primavera alla Serie B. Scelta coraggiosa del direttore e della società. È un bravo allenatore, col gruppo sa lavorare, se sta lì è perché l’ha meritato. Di certo non è un raccomandato».

Un suo pensiero sulla possibile cessione?

«In qualche modo credo che la Federazione un altro pasticcio lo combini, non credo che escludano la Salernitana dalla categoria, un’altra volta… sarebbero dei cialtroni ad oltranza. Mi auguro di no, per Salerno e per i tifosi, non per questa società della quale non ho nessuna né stima, né fiducia».

Qualcosa non quadra sul sistema calcio Italiano, cosa ne pensa?

«Stiamo parlando di un sistema malato in generale, basti vedere a Torino cosa sta succedendo. Questo è un campionato che non dovrebbe esistere, dovrebbero rifondare tutto dalla testa ai piedi e creare un sistema calcio vero, serio, fatto bene. Cosa che oggi non c’è».

Tornerà ad essere presidente di una squadra?

«Assolutamente no, non ci penso nemmeno, neanche se me la regalano. Meglio andare al mare e prendere il sole».

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Notizie popolari