sabato 13 04 24
spot_img
HomeMagazineAddio Maradona: quella doppietta contro la Salernitana...
spot_img

Addio Maradona: quella doppietta contro la Salernitana…

spot_imgspot_img

E’ morto Diego Armando Maradona dopo un arresto cardiaco fatale. Le sue già precarie condizioni delle ultime settimane hanno aggravato la sua salute.

Addio Maradona

Ha subito un arresto cardiorespiratorio nella casa dove si era stabilito dopo l’operazione alla testa: è morto Diego Armando Maradona. Il 30 ottobre aveva compiuto 60 anni. La notizia certa è stata riportata per prima dal quotidiano argentino Clarin. Il campione del mondo con la nazionale argentina era da giorni in riabilitazione nella sua casa dopo aver subito un’operazione alla testa nelle ultime settimane.

«Nessuno ha dato a Diego le regole del gioco. Nessuno ha dato al suo ambiente (un concetto tanto naturalizzato quanto astratto e mutevole nel corso della sua vita) il manuale di istruzioni. Nessuno aveva il joystick per poter gestire i destini di un uomo che con gli stessi piedi che calpestavano il fango arrivò a toccare il cielo. Forse la sua più grande coerenza è stata quella di essere autentici nelle sue contraddizioni. Quella di non smettere di essere Maradona anche quando nemmeno lui poteva sopportarlo. Quello di aprire la sua vita e in quella scatola di sorprese per spogliare gran parte dell’idiosincrasia argentina. Maradona sono i due specchi: quello in cui è piacevole guardarsi e l’altro, quello che ci mette in imbarazzo» sottolinea il quotidiano argentino.

Maradona contro la Salernitana

Maradona nel corso della sua innumerevole carriera, fatta di gioie e dolori, numeri pazzeschi e record infranti, ha incontrato anche la Salernitana. Coppa Italia 85/86, i granata in casa affrontano i partenopei in un derby avvicente che termina con la vittoria degli azzurri per 1-3. Doppietta, manco a dirlo, del Pibe argentino. La partita, nonostante i granata sulla carta “in casa”, si giocò al San Paolo invece che al Vestuti su richiesta della stessa Salernitana. A quei tempi i rapporti tra le due tifoserie erano buoni tanto da stazionare senza limitazioni nello stesso impianto sportivo in modo da garantire l’ingresso sugli spalti di molti più tifosi.

«Tra le tante cose che ha fatto nella sua vita, Maradona ne ha fatta una particolarmente esotica: si è intervistato. Alla domanda su cosa si pentisse, Diego rispose di pentirsi di aver fatto soffrire la mamma, il papà, i fratelli e tutti coloro che lo amano. Di non aver potuto dare il cento per cento nel calcio perché con la cocaina aveva preso una dipendenza malvagia» continua il Clarin nel suo lungo commiato.

spot_img
spot_img
spot_img

Notizie popolari